You are here
Home > Eventi > 66esima edizione della Fiera Internazionale della Sardegna

66esima edizione della Fiera Internazionale della Sardegna

fieraHa preso il via anche quest’anno la Fiera internazionale della Sardegna giunta alla  66esima.
Quest’anno  sono 450  gli espositori regionali e nazionali,  30 le aziende “storiche” che espongono in fiera da più di 25 anni.

Per incentivare l’ingresso dei visitatori quest’anno l’ultima ora dei giorni feriali dalle 19.30 alle 20.30 e dei giorni festivi dalle 20.30 alle 21.30, sarà aperta gratuitamente al pubblico.

Filo conduttore di questa 66 esima edizione che connota le produzioni agroalimentari e l’artigianato tipico, espressione identitaria dei territori è la qualità.
Per la prima volta è stata creata la piazza delle Camere di Commercio della Sardegna riunite in un’unica vetrina per raccontare le peculiarità locali con uno sguardo attento rivolto anche alle eccellenze di nicchia.
La promozione del territorio si arricchisce della presenza dell’ente camerale di Cuneo che a Cagliari espone le migliori specificità di quella realtà geografica.

Le novità della bioedilizia e delle energie alternative al padiglione E.
Via libera alla sauna secca professionale dotata di aromaterapia o alle docce multifunzioni con pareti in cristallo riscaldate che sostituiscono il termo arredo. Anche le vasche per disabili a sportello si trasformano in pezzi d’arredo studiati per una casa elegante.
Tra le novità, un percorso progettuale che dalla zona cucina di ultima generazione conduce all’area wellness e al giardino.
Al padiglione E i visitatori possono trovare anche gli ultimi ritrovati che garantiscono un risparmio energetico e diminuiscono le emissioni di Co2 nell’ambiente in linea con gli ultimi dettami del protocollo di Kyoto. Accanto all’energie alternative e alle soluzioni offerte dalla bioedilizia, uno sguardo agli infissi in PVC che garantiscono l’isolamento termico, acustico e non richiedono alcuna manutenzione.

Alcuni pezzi di particolare pregio impreziosiscono l’offerta espositiva.
Accanto ai mobili di antiquariato anche gioielli di superba fattezza.
Una parure formata da collana e orecchini della prima metà dell’800 in micro mosaici. Dello stesso periodo anche una collezione di orecchini borbonici. Interessante anche la proposta dei pannelli liberty piemontesi mentre per gli appassionati dello stile vintage, imperdibili gli argenti romani degli anni ‘50.
Tre  Consorzi di Tutela Vini e il Consorzio per la tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva Sardegna Dop.
In fiera sono rappresentate anche le eccellenze vitivinicole dell’isola con le produzioni DOC delle più prestigiose cantine che si sono conquistate fette di mercato all’estero. Non solo quelle più conosciute, la vetrina si apre anche sulle piccole realtà emergenti di qualità.
I tre Consorzi di Tutela Vini di Sardegna, di Cagliari e del vino Carignano del Sulcis durante i giorni prefestivi e festivi organizzano degustazioni all’ora di pranzo e di sera nell’ultima ora di apertura gratuita al pubblico.
Nei giorni feriali sono previste un’ora prima della chiusura.
Il consorzio per la tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva Sardegna Dop è presente in fiera con le aziende produttrici più rappresentative del comparto come l’Accademia Olearia di Alghero che si è aggiudicata il primo premio della categoria del fruttato intenso al prestigioso premio Ercole Olivario.

Le migliori produzioni artigiane e agroalimentari del Medio Campidano (dalla produzione del luppolo, della birra, del miele allo zafferano), sono esposte al padiglione G. Le creazioni artistiche realizzate da 50 artigiani della Camera di commercio di Cagliari e di Oristano, al piano terra del padiglione I.

I prodotti genuini rigorosamente sardi rappresentano la materia prima utilizzata dagli chef più apprezzati della Sardegna che dopo il successo riscontrato a Gennaio nell’ultima edizione della kermesse “Fiori e Spose” ritornano in fiera con i gustosi cooking show aperti al pubblico.
L’associazione “cuochi per l’isola” ha previsto 8 appuntamenti per gli appassionati di cucina e per i buongustai, alcuni tenuti dagli chef più prestigiosi ed altri dagli emergenti.
Cake design e corso di biscotti, cake pops e muffin per bambini e ragazzi.
Non solo i grandi maestri pasticceri sono in grado di sorprendere.
Formine di tutte le fattezze, stencil, fiori, sfere, pizzi fanno parte del cake design. Tutto il necessario per trasformare una torta, un dolce o i finger food in un’opera d’arte. Previste in fiera dimostrazioni pratiche per un risultato sorprendente da master chef. Anche i bambini dai 3 ai 14 anni possono cimentarsi nell’arte creativa pasticcera e imparare a realizzare biscotti, muffin e cake pops (delle deliziose palline di torta ricoperte di cioccolato e decorate che ricordano i lecca lecca).
Tutti i giorni della Campionari dalle 10 alle ore 12 e dalle 14 alle 20 spazio ai corsi tenuti da una decoratrice.

Dal 29 Aprile al 2 Maggio incoming di operatori esteri provenienti da FRANCIA, SPAGNA, TURCHIA, ALGERIA E MAROCCO.

L’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ICE ha organizzato un incoming di operatori internazionali alla Fiera Campionaria Internazionale della Sardegna.
Sono 8 gli imprenditori esteri provenienti da Francia, Spagna, Turchia, Algeria e Marocco selezionati tra buyers, importatori e distributori operanti nei settori agroalimentare, artigianato, edilizia e delle energie rinnovabili, a Cagliari dal 29 aprile al 2 maggio 2014 in concomitanza di eventi di carattere culturale.
L’attività di incoming, promossa con il Ministero dello Sviluppo Economico, ha l’obiettivo di valorizzare il sistema fieristico italiano con riferimento alle manifestazioni a carattere internazionale certificate.

Due le mostre: una fotografica che ripercorre la storia della Fiera e una pittorica , 85 scatti raccontano l’evoluzione storica della Fiera Internazionale della Sardegna.
Dalla prima passeggiata coperta del 1949 alle novità nel settore agricolo con i macchinari più innovativi degli anni ’50 per giungere sino all’esposizione di motoscafi del 1962.
Le autorità degli anni ‘60, immortalate mentre visitano il nuovo modello di traghetto e il ministro Andreotti che apprezza alcune tipicità enogastronomiche dell’isola per poi soffermarsi nello stand di Andreozzi.
Tra le foto istituzionali anche Antonio Segni Presidente della Repubblica in un clima di rinascita con il varo dei primi programmi attuativi. Era il 1964. Numerosi scatti raccontano l’evoluzione dei consumi dai primi frigoriferi americani degli anni ‘50 alla stufa Warm Morning, storico marchio statunitense alla Fiat 500 L furgoncino.

Nell’area espositiva allestita dall’Esercito i visitatori possono salire a bordo del VTML “LINCE”, visionare il veicolo telecomandato “WHEELBARROW MK8 PLUS” e il battello pneumatico modello “ZODIAC” utilizzato dalle Unità del Genio della Forza Armata. Accanto ad uno stand illustrativo promozionale progettato e realizzato dal Comando Militare Autonomo della Sardegna è stata allestita una mostra statica di mezzi e materiali con gli equipaggiamenti impiegati nelle missioni internazionali dalle Unità Operative dell’Esercito Italiano. Una mostra storica curata dal Club Modellismo Storico Cagliari con l’esposizione di importanti cimeli. A corredo anche un’esposizione di libri, testi e riviste militari storiche e contemporanee messe a disposizione dalla Biblioteca Militare del Comando Militare Autonomo della Sardegna. Un team qualificato ha il compito di illustrare ai giovani interessati le diverse opportunità formative/professionali offerte dalla Forza Armata e l’iter concorsuale previsto per accedere ai concorsi della Forza Armata.

Anche in questa edizione la Capitaneria di Porto, oltre ai depliant informativi e poster, espone modellini aereo – navali.
Il mezzo G.C. B82 con fuoristrada ISUZU D – MAX in dotazione alla Capitaneria di Cagliari, una zattera di salvataggio, attrezzatura varia in dotazione ai militari e al IV nucleo S.U.B. di Cagliari, una muta e una tenuta operativa di navigazione.
Attività promozionale e divulgativa anche per l’Autorità Portuale, in fiera per raccontare ai visitatori le opportunità di lavoro nel settore del mare, l’attività logistica del porto canale, la cantieristica e i flussi turistici dei crocieristi. Servizi di promozione nautica e l’attività delle scuole vela e canottaggio sono messi a disposizione dalla Lega Navale per far apprezzare ai più giovani il mare e la pratica sportiva.

Anche quest’anno l’evento vuole fornire ai visitatori l’opportunità di conoscere le eccellenze e le novità dei diversi settori commerciali dell’Isola. Un appuntamento atteso che attrae l’attenzione di operatore di settore,  turisti e cittadini.

 

Orari
Lunedi – Venerdì
10.30 – 20.30

Sabato – Domenica e festivi
10.00 – 21.30

 

L’intero programma della manifestazione è scaricabile sul sito www.fieradellasardegna.it

Top