You are here
Home > Eventi > Il Disagio Adolescenziale : “Oltre le Sbarre” alla Mem di Cagliari

Il Disagio Adolescenziale : “Oltre le Sbarre” alla Mem di Cagliari

oltrelesbarreSabato 10 maggio a partire dalle 17.30 negli spazi della Mediateca del
Mediterraneo, via Mameli 164 a Cagliari, sessanta ragazzi del Liceo delle
Scienze Umane G. Peano di Tortona saranno i protagonisti della
conferenza “Oltre le sbarre”. Disagio adolescenziale, bullismo, detenzione
minorile, i temi al centro di un incontro dibattito coordinato da Vito
Biolchini e al quale parteciperanno l’assessore all’Istruzione, Politiche
giovanili, Sport, Cultura e Spettacolo del Comune di Cagliari, Enrica
Puggioni, l’assessore alle Politiche Sociali Luigi Minerba, Isabella
Mastropasqua, dirigente Centro Giustizia minorile per la Sardegna, Roberto
Loddo, presidente della Conferenza Regionale Volontariato Giustizia,
Valentina Usala e Angela Pelizza, referenti dell’omonimo progetto.

La conferenza costituisce il punto di arrivo di un percorso che ha visto
per quest’anno scolastico i ragazzi del Liceo Peano impegnati in un
percorso incentrato sul disagio giovanile e sulla detenzione minorile,
utilizzando come ausilio allo studio il volume di Bruno Furcas e Salvatore
Bandinu, Boati di solitudine (Arkadia Editore 2010).

Gia’ nell’anno scolastico scorso i ragazzi delle stesse classi si erano
contraddistinti in un lavoro sul fenomeno del bullismo supportati dal
libro I dolori del giovane bullo (Arkadia 20012) di Furcas e Bandinu e
culminato in un appuntamento al Salone Internazionale del Libro.

Il progetto Oltre le sbarre, si e’ avvalso dell’ausilio di esperti del
settore, in ambito giuridico e sociale, e ha visto i giovani del Peano
impegnati in un ciclo di seminari tematici e in una giornata di incontro
con i ragazzi del carcere Le Vallette di Torino.

I giovani di Tortona arriveranno a Cagliari l’8 maggio per una quattro
giorni che li vedra’ impegnati, oltreche’ nella conferenza ospitata dalla
Mediateca del Mediterraneo, in un momento di confronto con i ragazzi delle
due scuole sarde che hanno aderito al progetto, l’Istituto Primo Levi di
Quartu Sant’Elena – che ospitera’ l’appuntamento la mattina di sabato 10
maggio – e il Liceo E. Piga di Villacidro. Il pomeriggio sara’ dedicato alla
visita ai giovani detenuti dell’Istituto penale minorile di Quartucciu.

Top