“Dal passato educhiamo il nostro futuro” un percorso per sensibilizzare i bambini verso i temi della pace

 

immagine save

 

 

Educare i bambini al linguaggio dell’arte  “Attivo e di partecipazione” con lo scopo di sensibilizzare le prossime generazioni verso i temi della pace e del rispetto di quei bambini che oggi vivono in condizioni di povertà assoluta. Sono questi gli obiettivi del progetto “Dal passato educhiamo il nostro futuro,un percorso formativo per i bambini dai 7 ai 13 anni  a cura di Aurora Simeone della cooperativa Teatro del Sale-Cagliari  e Giulio Barrocu di Sardonia Associazione Culturale.nell’ambito della mostra itinerante “Our Genocides, il viaggio della memoria”, organizza per la campagna nazionale di Save the Children “illuminiamo il futuro”. L’appuntamento è mercoledì 11 maggio dalle 17:30 alle 19:00 nellasede  della MEM – Mediateca del Mediterraneo in via Mameli 164 a Cagliari.

“Dal passato educhiamo il nostro futuro, a cura di Aurora Simeone della cooperativa Teatro del Sale-Cagliari  e Giulio Barrocu di Sardonia Associazione Culturale nasce per educare i bambini alla fruizione del linguaggio dell’arte attraverso un percorso didattico “attivo e di partecipazione” e verrà articolato  in due fasi: una visita guidata e animata alle cinque opere esposte e al muro della pace; un laboratorio creativo di ri-animazione delle opere, con lo scopo di sensibilizzare le prossime generazioni verso i temi della pace e del rispetto di quei bambini che oggi vivono in condizioni di povertà assoluta. L’evento è gratuito per un massimo di 20 bambini. Le prenotazioni possono avvenire telefonicamente ai seguenti numeri:  346 8421961 Sardonia Associazione Culturale 340 0767866 Teatro del Sale.

L’incontro inizierà con i saluti della Dott.ssa Dolores Melis, Direttrice della MEM, della Dott.ssa Elisa Comparetti, Responsabile di Save the Children Cagliari e della Dott.ssa Pamela Sau, Curatrice della mostra Our Genocides.

L’evento è realizzato nell’ambito del percorso di mostra Our Genocides, il viaggio nella memoria promosso da Sardonia Associazione culturale, MIBACT – Polo Museale della Sardegna e Centro Comunale d’Arte e Cultura MEM – Mediateca del Mediterraneo, con il patrocinio di UNICEF e SAVE THE CHILDREN. Dal Museo Archeologico e la Pinacoteca Nazionale alla Mediateca del Mediterraneo, le fotografie di un viaggio ad Auschwitz di Giulio Barrocu evocano le memorie di altri genocidi della storia. Raffigurare il campo di sterminio richiama l’arte della grafica che accompagna, con tavole di autore (Bormiz, Stefania Costa, Otto Gabos, Federica Manfredi, Giomo, Emilio Pilliu, Gabriele Peddes, Daniele Serra, Niccolò Storai, Romeo Toffanetti e Gino Vercelli) le immagini ideali di altri sacrifici di popoli, vittime indiscriminate della non umanità. A fine percorso, nella Mediateca del Mediterraneo l’opera “il muro della Pace”, un messaggio positivo con il contributo di 400 volontari diventati un’altra opera d’arte.

Save the Children promuove la campagna Illuminiamo il Futuro, per sconfiggere, entro il 2030, la povertà economica ed educativa dei bambini in Italia. La mancanza di opportunità formative per i bambini li priva della possibilità di costruirsi un futuro, o anche solo di sognarlo.

Scopri tutti gli eventi e aderisci alla campagna su www.illuminiamoilfuturo.it

 

bollino def

 


You may also like...