You are here
Home > In Primo Piano > Erika Gottardi, donna di classe esperta di moda

Erika Gottardi, donna di classe esperta di moda

Erika per Emozioni Fashion

Ha classe, eleganza e fascino da vendere la presentatrice ed esperta di moda Erika Gottardi.

Ma come vede una femmina come lei le donne e i maschi di oggi? Di questo e di molto altro ancora ne abbiamo discusso con lei in un soleggiato pomeriggio romano…

Che donna sei, Erika?

In realtà sono una donna semplice. Molto più di quanto si possa immaginare o di quanto possa apparire. Chi mi conosce lo sa: mi entusiasmo per le piccole cose, oltre che per il lavoro ovviamente. I miei riferimenti sono la famiglia ed i miei cani e sono felice anche solo di giocare nel mio bosco con loro.

Si dice che gli uomini preferiscano le bionde, ma che poi sposino le more… E’ solo un luogo comune?

Inizio a pensare che non sia solo un luogo comune! Scherzo! Io credo che gli uomini, così come le donne, cerchino la tranquillità e la “certezza” di avere una compagna che sappia stargli accanto, che sappia comprendere il suo ruolo senza essere troppo invadente o aggressiva. Complice anche la nostra affermazione sociale degli ultimi decenni, temo che in alcuni casi gli uomini siano addirittura intimoriti da tanta energia professionale. Altro discorso è anche il comportamento di alcune donne ed anche di alcuni uomini. Per farla breve: se gli uomini non aprono più lo sportello c’è anche da dire che alcune donne spesso hanno atteggiamenti poco femminili.

Tu poi sei un’esperta di matrimoni…

Io sono una innamorata dell’amore, innamorata del matrimonio e di ciò che esso rappresenta. Sicuramente questa è stata la principale spinta verso questa professione. C’è da dire che per molte ragazze è cosi: accade che troppo spesso le spose idealizzino l’idea di matrimonio e vivano l’evento in quanto evento in sé, senza pensare realmente e profondamente alla responsabilità ma soprattutto al valore che il matrimonio rappresenta. Io ho preferito farne una professione.

Quali sono i trucchi per organizzare un matrimonio perfetto secondo te?

Per questo bisognerebbe domandare ad una wedding planner professionista che indubbiamente ha maggiore competenza in tema organizzativo, tuttavia ritengo che non esistano regole scritte e rigide in tal senso ma sia fondamentale solo seguire il proprio cuore e ciò che si desidera veramente. Dal matrimonio bucolico magari con un numero ristretto di invitati a quello più fastoso, l’importante è seguire ciò che si desidera e soprattutto affidarsi a professionisti seri, in grado di seguire e consigliare al meglio gli sposi.

E più in generale, qual è la tua idea di perfezione?

La perfezione non esiste. È giusto cercare sempre di migliorarsi, di puntare in alto, di tentare di superare i propri traguardi, di cercare il meglio e non accontentarsi ma senza essere troppo rigidi verso sé stessi altrimenti si rischia la perenne insoddisfazione ed infelicità.

La perfezione – per me- è svegliarsi la mattina ed essere in pace con sé stessi e con il mondo che ci circonda.

Erika Gottardi -

L’ essere umano – è per definizione imperfetto – ma quali sono le imperfezioni che non sopporti sia in uomo sia in una donna?

Non tollero l’arroganza, la presunzione, credo siano sinonimo di una profonda ignoranza. Coloro che “hanno” o che “sono” non hanno necessità di dimostrarlo ed esternarlo a nessuno.

Non tollero le persone troppo artificiali, la falsità e l’ipocrisia, infine mal sopporto la superficialità.

Come le vedi le donne odierne?

Forti, energiche, volitive. Sono molte le donne, colleghe, amiche verso le quali ho una profonda stima ed ammirazione. Sono donne spesso con la “D” maiuscola, intente a divincolarsi tra mille impegni quotidiani, e nonostante questo riescono ad essere eccellenti Mogli e Madri. Chiaramente sempre con il sorriso! Poi, come detto, ci sono anche altre donne che di donne ormai hanno ben poco e su questo ci sarebbe fin troppo da dire.

E gli uomini?

Alcuni sono incredibili! Veri e propri eroi dei nostri giorni! Riescono a dirimere le situazioni più complicate, instancabili e stacanovisti lavoratori. L’esempio a me più vicino è Massimiliano Piccinno, il mio socio, partner, amico. Condividiamo intere giornate di lavoro e spesso alla sera mentre io sto per crollare lui sta in piena fase creativa! Anche in questo caso è del tutto naturale che ci siano tipologie diverse di persone. Nella connotazione più negativa invece, vedo uomini deboli, intimoriti dalla vita e paurosi nell’affrontare i cambiamenti e le nuove sfide. Questo mi preoccupa perché penso che i nostri padri, i nostri nonni hanno attraversato gli oceani per ottenere ciò che volevano e, ad oggi, vedo uomini che hanno paura di cambiare casa da un quartiere ad un altro …

Di Laura Gorini

Erika Gottardi (4) (1)

Top