PICCOLO TEATRO GRASSI: FIATO ALLE TROMBE DI FRESU

Il grande trombettista sardo si esibirà il 29 giugno in concerto al Grassi

Vive tra Parigi, Bologna e la sua amata Sardegna. Ha registrato oltre trecentocinquanta dischi.

E lui, Paolo Fresu, il grande trombettista e flicornista italiano che si esibirà all’interno del programma LA MILANESIANA nella splendida cornice del Piccolo Teatro Grassi.

Un’occasione speciale per gli amanti della musica e in particolare dello stile inconfondibile di questo artista che da oltre un ventennio sta girando il mondo.

Fresu infatti ha suonato in ogni continente, con i nomi più importanti della musica afroamericana degli ultimi 30 anni e con grandi artisti internazionali come F. D’Andrea, G. Tommaso, B. Tommaso, T. Ghiglioni, E. Rava, A. Salis, E. Pieranunzi, G. Gaslini, GL. Trovesi, R. del Fra, A. Romano, G. Ferris, J. Taylor, K. Wheeler, P. Danielsson, J. Christensen, G. Mulligan, B. Brookmayer, D. Liebman, K. Berger, D. Holland, R. Beirach, J. Zorn, J. Abercrombie, H. Merril, R. Towner, R. Galliano, M. Portal, T. Gurtu, J. Lee, Gunther Schüller, P. McCandless, J. Hall, L. Soloff, Uri Caine, Ralph Towner, Gil Evans Orchestra, Toots Thielemans, Omar Sosa, Carla Bley, Steve Swallow, Dave Douglas, e molti altri.

E se vogliamo parlare di premi preparatevi a una lunga lista perché negli anni ha vinto: “RadioUno jazz”, “Musica jazz” e “RadioCorriere TV” come miglior talento del jazz italiano. Nel 1990 vince il premio “Top jazz” indetto dalla rivista ‘Musica jazz’ come miglior musicista italiano, miglior gruppo (Paolo Fresu Quintet) e miglior disco (premio “Arrigo Polillo” per il disco ‘Live in Montpellier’), nel 1996 il premio come miglior musicista europeo attraverso una sua opera della ‘Académie du jazz’ di Parigi ed il prestigioso ‘Django d’Or’ come miglior musicista di jazz europeo e nell’anno 2000 la nomination come miglior musicista internazionale.

La corsa ai biglietti per aggiudicarsi un posto in prima fila al Piccolo Teatro Grassi è già iniziata, i ticket li potete trovare su Songkick oppure contattando direttamente il Piccolo Teatro Grassi, e se venite da fuori Milano, buttate un occhio sul sito del MO.OM Hotel, un’ottima struttura ricettiva a 4 stelle, amante dell’arte e che offre spesso interessanti promozioni per gli ospiti che si recano in città in occasione di eventi come questo.

E buon concerto!


Lascia un commento

You may also like...