Io adotto un Campione

Diceva Muhammad Ali “I campioni non si costruiscono in palestra. Si costruiscono dall’interno, partendo da qualcosa che hanno nel profondo: un desiderio, un sogno, una visione. Devono avere resistenza fino all’ultimo minuto, devono essere un po’ più veloci, devono avere l’abilità e la volontà. Ma la volontà deve essere più forte dell’abilità”.

io-adotto-un-campione-RivistaDonna.com

«Siate coraggiosi, siate determinati, ma soprattutto, siate appassionati. E non credete a chi vorrà convincervi che è impossibile. ma solo a chi vi dirà di non smettere mai di provarci con tutte le vostre forze».

Valentina Vezzali, la schermitrice italiana più vincente di tutti i tempi, ha dato così il suo personale in “bocca al lupo” alla squadra di Ginnastica Artistica italiana composta da 10 atleti con disabilità intellettiva pronti a volare ad Abu Dhabi per partecipare ai Giochi Mondiali 2019 Special Olympics, il movimento globale che attraverso lo sport sensibilizza le comunità di tutto il mondo circa la tematica della disabilità intellettiva.

Un’avventura che condivide Procter & Gamble, attraverso il sostegno della campagna #loAdottoUnCampione presente fino al 31 marzo 2019 in tutti i punti vendita Acqua & Sapone che aderiscono all’iniziativa in Italia, con i volti di Martina Vismara, atleta Special Olympics e Valentina Vezzali, la pluricampionessa olimpica e mondiale. che ha incontrato i giovani ginnasti il 21 febbraio mattina a Milano, presso la sala Liberty dell’Osteria del Treno. Con loro ha condiviso ricordi, pensieri, sensazioni e anche qualche piccolo segreto per affrontare al meglio l’agone olimpico.

 

io-adotto-un-campione-RivistaDonna.com

«La ginnastica artistica, cosi come la scherma — ha detto Valentina Vezzali, testimoniai della campagna, agli sportivi di Special Olympics – è uno sport con sani valori alla base. Una disciplina che vi spinge a credere in voi stessi e ad andare oltre ogni limite. La vetrina olimpica può spaventare. ma se farete “giocare il cuore”, nulla vi potrà fermare».

 

Un consiglio che i ragazzi e le ragazze della squadra azzurra hanno accolto con calore. Perché quella che si disputerà ad Abu Dhabi sarà molto più di una semplice competizione sportiva. I dieci giovani campioni, infatti, sono atleti con disabilità intellettive che hanno trovato nello sport, e in particolare nella ginnastica artistica, un alleato speciale per superare le tante difficoltà incontrate nella vita. Volteggiando tra anelli e parallele non solo competeranno con altri 7.000 sportivi provenienti da 170 paesi al mondo, ma sfideranno anzitutto loro stessi per inseguire un sogno fatto di tanta passione. I piccoli, grandi, campioni che dal 14 al 21 marzo 2019 scenderanno in campo ad Abu Dhabi saranno: Irene Bauchiero, Eleonora Calabrese, Stefania Coneglian, Lorenzo Congiu, Miriam Molinaro, Veronica Paccagnella, Paula Petrisol, Davide Raffa, Maria Chiara Scucciamarra e Martina Vismara.

 

«loAdottoUnCampione rappresenta un utile strumento di raccolta fondi che permette agli atleti di coronare il sogno di partecipare ad un evento mondiale: ma soprattutto è in grado di sensibilizzare la comunità sull’opportunità di inclusione attraverso lo sport» – ha dichiarato Angelo Moratti, Presidente di Special Olympics.

io-adotto-un-campione-RivistaDonna.com

E all’iniziativa di comunicazione, Procter & Gamble, affiancherà un’azione concreta in partnership esclusiva con Acqua & Sapone. Fino al 31 marzo 2019 acquistando nei punti vendita aderenti in un unico scontrino almeno 3 prodotti P&G tra i marchi coinvolti nell’iniziativa si potranno ricevere 5 ticket “Cancella e vinci”. Sarà cosi possibile aggiudicarsi uno dei tantissimi premi in palio. E per ogni scontrino caricato, P&G donerà 3€ a Special Olympics Italia per il progetto benefico «Adotta un Campione: P&G sostiene Special Olympics Italia».

«P&G crede da sempre nella diversità e nell’inclusione come elementi imprescindibili di una società sana ed è per questo sono due pilastri della strategia di crescita dell’azienda. La nostra aspirazione è infatti quella di avere lo stesso livello di diversità che hanno le persone che usano i nostri prodotti. Se da un lato però il rispetto della diversità è essenziale, dall’altro l’inclusione è la chiave per cambiare le regole del gioco e creare un mondo migliore. Una convinzione questa che condividiamo con Special Olympics. Per noi il successo è quando ogni persona è messa nelle condizioni di esprimere la propria unicità. quando riusciamo a tirar fuori il meglio da ciascun individuo offrendo uno stimolo continuo e una ricerca costante per sviluppare nuove capacità» – ha affermato Paolo Grue, Direttore Commerciale Procter & Gamble Italia.

io-adotto-un-campione-RivistaDonna.com

«L’impegno nella diversità e l’inclusione è fondamentale nela nostra strategia di business. Crediamo infatti che siano valori chiave per generare una società sana. E i dieci atleti della squadra di ginnastica artistica di Special Olympics ne sono la dimostrazione. La loro emozione, oggi. è la nostra. Siamo onorati e orgogliosi di poterli accompagnare con Acqua & Sapone nella realizzazione del loro sogno ai Giochi Mondiali Estivi Special Olympics» – «La partnership siglata con P&G in favore di Special Olympics è la dimostrazione di come sia possibile agire in maniera concreta, anche attraverso iniziative instore di tipo commerciale per promuovere valori di coesione e condivisione sociale. E lo sport è un bel modo per lanciare messaggi a giovani e adulti. crescendo una società più sana e con meno barriere» – ha commentato Ornella Ingrande, Direttore Marketing di Acqua & Sapone.

giorgio-nadali-RivistaDonna.com
GiorgioNadali

Lascia un commento