Donna o dea: le diverse prospettive

L’8 marzo 2019 al Museo Archeologico di Cagliari ho avuto modo di essere coinvolto in una iniziativa che ha visto quale centro d’interesse la donna.

Donna-Dea-RivistaDonna.com

Si sono spesi fiumi d’inchiostro – e non solo – su quali siano e su quali siano state le cause che hanno determinato una radicata disparità di genere: tra uomini e donne non v’è alcun antagonismo ma complementarietà – scrive l’organizzatrice dell’evento – Silvia Fanni –.

Prosegue l’organizzatrice: Oggi é assolutamente inaccettabile leggere sui libri di scuola che la donna continua ad essere associata alla cucina o ai lavori domestici.

La mostra Donna o Dea – a cui ho avuto modo di partecipare svolgendo un ruolo attivo nella stessa – nei suoi contenuti oltre a quelli archeologici e antropologici, affronta anche questa tematica.

L’8 marzo vi sono stati, infatti, tre interventi che hanno costituito un interessante intreccio di discipline per mettere a confronto la parità di genere tra passato e presente.

Donna-Dea-RivistaDonna.com

La dott. ssa Ornella Fonzo ha introdotto gli esiti dei suoi lavori in merito all’analisi osteologica condotta su alcune donne vissute nell’età del Bronzo in Sardegna; è seguito il contributo del sottoscritto che si è incentrato sui profili socio-giuridici che interessano la figura femminile. Infine, la dott.ssa Elena Calorio, operatrice del Centro antiviolenza sulle Donne, il Ceteris, ha concluso con una riflessione: le donne in difficoltà non sempre si rivolgono ai centri. Perché?

Oltre al connotato squisitamente multidisciplinare l’evento si è concluso con l’esibizione di Francesca Frongia della scuola Dimensione Danza che, accompagnata dal clarinetto di Lucia Porcedda, ha portato in scena la Danza della Dea, Coreografia di Donatella Deidda.

Si è trattato di un evento certamente formativo per il sottoscritto che ha avuto modo di apprendere da altre prospettive, diverse da quella giuridica, come la tematica che vede la donna centro di diritti e d’interesse riguarda una dimensione ben più ampia che coinvolge diversi esperti che hanno come comune intenzione far emergere il giusto rilievo della donna in un ideale dialogo tra il presente, il passato ed il futuro.

RobertoPusceddu-RivistaDonna.com
Avv. Roberto Pusceddu

Lascia un commento