I 5 viaggi da intraprendere alla scoperta della Sardegna

Vi presentiamo 5 dei viaggi da intraprendere in Sardegna, per vivere delle vere giornate paradisiache!

Le spiagge della Gallura

Sardegna-RivistaDonna.com
La Maddalena

Volete partite alla scoperta delle meravigliose spiagge della Gallura a nord dell’Isola?

Un punto strategico sicuramente è Olbia, con l’aeroporto di riferimento della Costa Smeralda ma raggiungibile anche in nave.

Da questo momento si parte visitando Porto Cervo, Palau, Santa Teresa di Gallura e l’Isola de La Maddalena.

Vi godrete panorami mozzafiato, approfittando di un po’ di vita da spiaggia.

Un consiglio e di percorrere questo itinerario in 5 giorni, ma se avete del tempo a disposizione potete tranquillamente godervi il tutto in una o due settimane.

I paesaggi ed ogni località sono molto vari tra di loro.

Porto Cervo ha una essenza molto glamour, sopratutto la sera, Palau ha delle meravigliose spiagge indimenticabili.

Senza dimenticare La Maddalena, un’sola di rara bellezza.

Sardegna Preistorica

Sardegna-RivistaDonna.com
Nuraghe in Sardegna

Addentrandosi nel cuore della Sardegna, a Sud del Parco Nazionale del Golfo di Orosei, potrete visitare le cittadine di Villanovaforru e Orroli.

Potrete avventurarvi in straordinari parchi archeologici scoprendo i misteri dei nuraghi.

I Nuraghe sono della costruzioni di pietra a base circolare. Risalenti alla civiltà nuragica, sono datati in modo approssimativo tra il 1100 ed il 1800 a.C.

Potete partire da Villanovaforru per ammirare il Nuraghe di Genna Maria, il panorama del golfo di Cagliari e di Oristano.

Proseguendo si arriva a Su Nuraxi, che si trova a Barumini, presentando un impianto architettonico ineguagliabile.

Si arriva al Nuraghe Arrubiu di Orrili.

Se volete percorrere questo itinerario vi basteranno pochi giorni, concedendovi del tempo per le visite e perché no, qualche paura relax.

Le immersioni subacquee

Sardegna-RivistaDonna.com
Incontri di tartarughe durante le immersioni

Per chi è un appassionato di immersioni, può scegliere un itinerario come partenza da Cagliari. Sono presenti tanti diving center in città che propongono immersioni nel Golfo.

Successivamente potete raggiungere Santa Margherita di Pula, nella parte meridionale delle coste sarde.

Anche in questo luogo è facile fare delle immersioni, tra pareti rocciose e fondali sabbiosi.

L’ultima tappa, la più bella, l’Isola di San Pietro, che offre le condizioni ideali per le attività subacquee.

Tour enogastronomico della Sardegna

Sardegna-RivistaDonna.com

Ci sono molti itinerari all’insegna della cultura e per le attività sportive, ma non solo!

Bisogna dare attenzione alla gastronomia della Sardegna, molto importante per la nostra terra.

Potete partire da Jerzu, proseguendo per Tortoli, Oliena, arrivando a Mamoiada.

Percorrendo questo itinerario assaggerete il tipico vino sardo e le pietanze della tavola locale.

Il Cannonau è il vino rosso per eccellenza, molto intenso e corposo.

Jerzu, sicuramente è “la città del vino“, un paese immerso nei vigneti, dove viene prodotto proprio il Cannonau Rosso DOC.

La degustazione dei sapori locali prosegue arrivando a Tortolì, per arrivare ad Oliena, così da ammirare un paesaggio mozzafiato, nel mentre che gustate del buon vino.

Il tour enogastronomico termina con Mamoiada, questa località è famosa sopratutto per le sue tipiche maschere carnevalesche.

Da Alghero ad Olbia

Sardegna-RivistaDonna.com
Cittadina di Bosa

Un itinerario da non perdere, sicuramente è quello di Alghero.

Questa città sarà un punto di partenza per un viaggio mozzafiato.

Attraverserete paesaggi immersi nella natura incontaminata, per poi ritrovarvi a Bosa, la cittadina con le case colorate, ed il castello che le sovrasta.

Potete proseguire fino ad Orgosolo, passando anche per S’Archittu, senza dimenticare di vedere la magnifica spiaggia si Is Arutas e la Penisola del Sinis.

Potrete ammirare i fantastici murales di Orgosolo, per poi risalire in macchina così raggiungendo la città di Orosei.

In questa ultima tappa potete scoprire tutte le spiagge e le calette di questa parte della costa.

Non ve ne pentirete se decidete di fermarvi per qualche giorno in questa ultima cittadina accogliente.

Lascia un commento