Padre incatena il figlio: in casa senza cibo né acqua

Il padre ha incatenato suo figlio dentro casa, l’ha lasciato senza cibo né acqua

E’ stato arrestato.

Il fatto è accaduto nei pressi di Roma. Il ragazzo dopo essersi liberato ha cercato aiuto dalla vicina.

Padre-Violenza-RivistaDonna.com

Aveva litigato con suo padre, quindi era uscito di casa.

Il genitore è andato a cercarlo, e dopo averlo trovato, l’ha riportato a casa per punirlo.

Una delle tante volte, in modo violento.

Ha afferrato il figlio, gli ha legato una catena alle caviglie, poi con un’altra l’ha assicurato al divano letto.

Per due giorni il ragazzo 17 enne, non ha ricevuto né cibo né acqua.

Il secondo giorno, approfittando dell’assenza di suo padre, a fatica, e perdendo sangue dalle caviglie, è riuscito a trascinare il divano letto accanto alla finestra che dà sul balconcino di casa.

Si è sporto, fino ad un mobiletto da dove a preso una lima, e con tanta pazienza, terrorizzato che il padre potesse tornare da un momento all’altro, finalmente è riuscito a liberarsi dalla catena che lo legava al divano.

Il ragazzo si è trascinato sul pianerottolo con le caviglie incatenate, ed ha chiesto aiuto alla sua vicina di casa.

Lei prontamente ha avvisato i carabinieri, così da salvarlo.

Padre-Violenza-RivistaDonna.com

Il padre del 17 enne è finito in arresto, è un romeno incensurato di 38 anni, proprietario di una piccola ditta di autotrasporti.

E’ il tipico uomo che si ubriaca spesso, l’incubo di suo figlio.

Il fatto è avvenuto a Ladispoli, vicino a Roma. Lui ha inoltre dichiarato hai carabinieri, di essere già stato vittima della violenza del genitore in passato.

Lascia un commento