Parkinson: farmaco a pagamento per i sardi

E’ arrivata la denuncia di un paziente, la regione è pronta a dare il via libera.

Esiste un farmaco che allevia le sofferenze causate dal morbo di Parkinson.

Parkinson-Ongentys-RivistaDonna.com
Mappa disponibilità farmaco
Foto: weareparky.wordpress.com

Si chiama Ongentys ed ha una proprietà chiamata opicapone.

Questo farmaco se inserito in un piano terapeutico può essere dato gratuitamente.

Purtroppo però ci sono alcuni problemi, infatti secondo il Comitato di Parkinson, il farmaco è disponibile in tutta italia.

In alcune regioni infatti è facile trovarlo, in altre mene. Ma è presente.

Nel mentre in Sardegna non è ancora alla portata di tutti.

Il farmaco in questione non è facilmente reperibile nell’isola a meno che non si paghi 200 € per una confezione da 30 pastiglie.

E’ un farmaco indispensabile per tutti, ma viene dato gratuitamente solo se inserito in un piano terapeutico.

L’isola è in ritardo, ma sembra pronta ad adeguarsi. Infatti l’Ats ha avviato l’inter che dovrebbe portare al più presto il via libera.

Sul sito del Comitato Parkinson hanno rilasciato delle dichiarazioni al riguardo.

La commissione Prontuario Farmaceutico della Regione Sardegna dovrebbe aver approvato l’inserimento del farmaco nel Pto (Prontuario Terapeutico Ospedaliero) già nel dicembre 2018. Tutte le entità coinvolte, l’azienda titolare della messa in commercio e le varie strutture regionali deputate all’acquisto del farmaco, sono in attesa della pubblicazione del verbale che attesti la decisione per mettere in moto la macchina burocratica.

Questo è sicuramente un passo avanti, così l’opicapone è inserito nell’elenco dei farmaci indispensabili. 

Purtroppo il via libera per l’acquisto gratis non è ancora arrivato.

Parkinson-Ongentys-RivistaDonna.com
Farmaco per il Parkinson
Foto: weareparky.wordpress.com

Come sappiamo questo farmaco è essenziale per chi soffre di questa malattia, che a volte impedisce anche le attività motorie più semplici.

I pazienti sardi sperano vivamente che questo farmaco abbia accesso gratuito al più presto.

Lascia un commento