Coronavirus, moto: rinviati anche i Gran Premi d’Italia e Catalogna

Slitta ancora la partenza del Mondiale di MotoGP a causa dell’emergenza coronavirus. Gli organizzatori hanno comunicato ai team il rinvio a data da destinarsi di altri due Gran Premi: quello d’Italia in programma al Mugello il 31 maggio e quello di Catalogna, previsto il 7 giugno a Barcellona.

Lo slittamento di queste due gare arriva pochi giorni dopo il rinvio del Gp di Francia, a Le Mans, da riprogrammare come quello di Spagna, a Jerez. Da calendario, a questo punto, la prima data utile per la partenza della stagione è quella del 21 giugno, con il Gp di Germania, al Sachsenring.

“Fino a quando la situazione non sarà maggiormente delineata – precisano Fim, Irta e Dorna Sports – non sarà possibile stabilire nuove date. Il calendario aggiornato sarà pubblicato non appena disponibile”.

La reazione al Mugello

“Abbiamo sperato fino ad oggi, fino all’ultimo, che la terribile situazione emergenziale in cui ci siamo ritrovati potesse essere risolta velocemente. Purtroppo, così non è stato: in queste ultime settimane l’emergenza sanitaria si è intensificata, tanto da costringerci, nostro malgrado, a posticipare a data da destinarsi il Gp d’Italia di motociclismo previsto il 31 maggio”. Così Paolo Poli, ceo dell’autodromo del Mugello, ha commentato la decisione di Fim, Irta e Dorna di spostare a data da destinarsi il Gp che si correva ininterrottamente sul circuito toscano della Ferrari dal 1994.

Lascia un commento