Federico Angioni autore del racconto: ” Lethal Bird Supereroina Autistica”

Federico Angioni, nato a Cagliari il 21 Agosto del 1995, vive a Monserrato, è  l’autore del racconto” LETHAL BIRD”, una supereroina autistica. Il racconto ci farà vivere le avventure di una ragazza che soffre di una leggera forma di autismo che decide di voler essere una supereroina. Il suo autismo diventa il suo “superpotere”. L’autore con questa storia vuole dare un riscatto sia alle donne che agli autistici, facendo vivere ai personaggi storie fantastiche, sottolineando tematiche di sensibilizzazione sociale. Gli spunti di riflessione saranno tantissimi, vi auguriamo una buona lettura.

 

                              LETHAL BIRD supereroina autistica

 

Jenny Mirth è una bambina meravigliosa. Anzi speciale. È la figlia di Jill Mirth, una famosa attrice che lavora nella città di Grey City.
Il marito di Jill, Jeremy, purtroppo morì in un incidente quando Jenny era ancora molto piccola.
Jeremy era un uomo che rispettava le donne, arrivando ad adottare il cognome della moglie dopo il matrimonio. Infatti Jenny ha il cognome della madre.
Jenny purtroppo è diversa dagli altri bambini per un motivo particolare: soffre di una forma molto leggera di autismo. Purtroppo a causa di questo non ha mai avuto amici eccetto una una: Claire, una ragazzina più grande di Jenny di 4 anni, una ragazzina molto grossa.
Jenny e Claire si conoscono grazie alla madre di Claire, una donna molto grossa che è la guardia del corpo di Jill.
Il padre di Claire è un campione di Wrestling grosso quanto Hulk Hogan, che tuttavia non ha potuto dedicarsi alla famiglia per seguire la carriera di lotta.

Jenny Mirth, nonostante l’autismo è sempre stata una ragazzina quasi normale, che è sempre andata bene a scuola.
Infatti un uomo giapponese di nome Tadao l’ha notata e ha provato una enorme ammirazione per lei.
Jenny tuttavia aveva paura perché c’è un uomo di nome Raul Chill, un ex di sua madre, che perseguita senza pietà la madre prendendo di mira anche a lei. Tadao decide di insegnarle tutte le arti marziali, a lei e anche ad una ragazza cinese di nome Shu Lan.
Claire era veramente felice per Jenny e anche lei decide di allenarsi per essere una campionessa di Wrestling come suo padre, mentre Jenny, insieme a Shu Lan, viene addestrata nelle arti marziali.

Swallow, la Supereroina fidanzata di Lethal Bird

 

 

Jenny Mirth ora ha 18 anni, ed è diventata una bellissima ragazza con capelli lunghi castani legati ad una coda di cavallo e ha gli occhi marroni e un fisico snello e atletico ma anche sensuale e procace, mentre Shu Lan, è una avvenente ragazza di 21 anni con i capelli lunghi neri scalati. Jenny ha instaurato una bella amicizia, ma rimane profondamente legata a Claire.

Jenny deve affrontare gli ultimi giorni di scuola Superiore. Per Jenny il liceo non è stato piacevole, infatti c’era un Ragazzo che bullizzava i ragazzi più fragili, mentre lei veniva presa in giro dalle ragazze Cheerleader. Un giorno questo bullo stava prendendo di mira la sua vittima preferita, un ragazzino un po’ cicciottello di nome Jimmy. Jenny va dal bullo: “Non ti permetterò più di fargli del male”
Il bullo: “Tu sei la Handicappata della scuola? Bene. Ti darò una bella lezione!” Il bullo cerca di picchiarla, ma Jenny schiva i colpi e poi li para e infine gli da un bel pugno in faccia mettendolo KO e lasciando tutti secchi. Jimmy non riesce a mostrare la sua gratitudine a Jenny

Jenny riesce a diplomarsi e a partecipare ci sono sua madre, Shu Lan, Tadao, e la sua migliore amica Claire, che è diventata una ventiduenne molto alta e molto grossa (Jenny è alta 160 cm mentre Claire è alta 170 cm) ma con bellissime grazie femminili e dei bellissimi capelli lunghi azzurri.
Claire si congratula con Jenny abbracciandola, e poi si guardano, e arrossiscono entrambe. Stavano provando entrambe una forte emozione

Tadao invita Jenny da lui perché vuole premiarla donandole una tuta.
“Questa di Lethal Bird, una Supereroina che è destinata a portare la giustizia nella città di Grey City e tu ne sei degna Jenny Mirth”.
Il costume è una tuta da combattimento celeste con guanti verdi, scarpe verdi, cintura per i gadget verde, un simbolo dalla forma di uccello verde, e una mascherina per gli occhi celeste.
Jenny abbraccia commossa il maestro.

Jenny sta tornando a casa ma trova la polizia a casa. Lei si allarma.
Viene accolta da un poliziotto, Johnny Stuart, un amico di lunga data del padre, che la informa che sua madre è stata uccisa da Raul Chill.
Raul Chill ha picchiato Jill fino ad ucciderla, approfittando di un momento in cui la sua guardia del corpo, cioè la madre di Claire, non c’era.
Jenny crolla in un pianto disperato, arrivano Claire e sua madre.
La madre di Claire si mette a piangere chiedendo perdono a Jenny per non averla protetta.
Jenny: “Non è colpa sua”
Claire: “Jenny io…”
Jenny: “Scusa Claire. Ho bisogno di stare da sola”
Jenny corre via.
Claire piange silenziosamente: “Jenny, amore mio…”

 

Jenny Mirth è in preda ad una forte rabbia. Vuole vendicare sua madre. Decide di indossare il costume di Lethal Bird e va alla caccia di Raul Chill.
Raul si nasconde su un tetto in un edificio abbandonato. Raul è soddisfatto di sé stesso.
Ecco che si trova davanti questa ragazza.
“Cosa vuoi puttana?”
Lethal Bird: “Farti molto male per quello che hai fatto a Jill Mirth”.
L’uomo la attacca e lei immediata si scaglia su di lui e comincia a picchiarlo.
Lo riempie di pugni e calci in ogni parte del corpo, lo prende a testate, e gli morde affondando i denti in quelle luride mani con cui lui ha ucciso la madre picchiandola.
Raul, ridotto malissimo: “Ti prego! Abbi pietà! Chi sei?!”
Lei: “Io sono la Speranza. Io sono la Libertà. Io sono Lethal Bird”.
L’uomo ha paura: “No! Ti prego! Risparmiami!”
Raul cerca di reagire ma nel farlo inciampa e cade dal tetto morendo.
Lei guarda il cadavere con odio.

Jenny rimane a casa sua da sola a riflettere. Piange silenziosamente perché le manca la madre. La sua amica Shu Lan e Jimmy Carter, il suo compagno di scuola che lei salvò dal bullo, un ragazzo un po’ cicciottello con i capelli corti neri, le danno le condoglianze.
Intanto viene diffusa la notizia di una Supereroina conosciuta come Lethal Bird che ha vendicato Jill Mirth.
Nel frattempo Claire è diventata una Wrestler conosciuta come Debora Ruth.
Jenny Mirth non riesce a dimenticare l’incubo che è stato Raul Chill per la madre.
Quindi lei appena ne ha la possibilità, nei panni di Lethal Bird, picchia e assicura alla giustizia ogni uomo violento che fa del male ad ogni ogni donna.
Grazie alla figura di Lethal Bird le donne cominciano ad alzare la testa, a reagire, a difendersi. Ogni criminale teme questa Supereroina. La madre di Claire fa visita a Jenny.
La donna ha capito che Jenny è Lethal Bird e inizia una discussione.
Claire arriva e sente tutto.
La madre di Claire: “Quello che fai è una pazzia! Vuoi forse morire come tua madre?!”
Jenny: “Cosa vedi quando mi guardi? La bambina a cui mamma allacciava sempre le scarpe o che accompagnava a scuola? Io sto reagendo! Sto aiutando molte donne che vivono situazioni peggiori di quella che ha vissuto mia madre!”
La madre di Claire: “Non capisci……”
Jenny: “Fammi finire! Se un uomo violento esita a picchiare una donna è per la paura! Io sono quella paura! E io voglio perseguitare quelle bestie finché vivo!
Io non finirò male! Quegli animali finiranno male!”

La madre di Claire se ne va.
Claire entra e trova Jenny che sta piangendo.
Jenny appena vede Claire: “Ti prego non mi giudicare, io sono Lethal Bird”
Claire: “Io non ti giudico Jenny. Io voglio aiutarti. Io voglio combattere al tuo fianco il crimine. Io voglio essere Swallow, cioè Rondine, la tua spalla.”
Jenny: “da quanto tempo sapevi che ero Lethal Bird?”
Claire: “Da subito. Infatti ho fatto il costume”
Claire fa vedere a Jenny una tuta da combattimento di colore blu rondine con il simbolo bianco di una rondine sul petto, e una mascherina per gli occhi color blu rondine.
Jenny: “Perché?”
Claire: “perché io ti amo Jenny. Io ti ho sempre amato sin da quando siamo piccole. Ti desidero sempre”
Jenny: “Anche io ti amo. E ti desidero anche io. Voglio tanto fare l’amore con te.”
Jenny e Claire si spogliano. Si guardano. Claire avvolge Jenny tra le sue braccia e si danno un bacio.
Jenny si mette sul letto e Claire si sdraia sopra di lei, e continuano a baciarsi, perse in un mondo tutto loro. Poi si mettono a dormire con Claire che tiene abbracciata Jenny, che si sente al sicuro, serena.

A svegliare di primo mattino Jenny e Claire è una simpatica cagnolina bianca di razza Bichon Frisé di nome Minni.
Minni è una cagnolina che è sempre stata la migliore amica di Jenny sin da quando aveva 10 anni. Minni è sicuramente il ricordo più bello che Jenny ha di sua madre.
Minni sveglia Jenny leccandole il viso e facendole le feste, e poi saluta anche Claire.
Jenny in effetti adesso deve pensare a chi baderà alla cagnolina mentre lei e Claire non ci sono.
Jimmy chiede in tutti i modi come si può sdebitare con Jenny.
Quindi Jenny gli chiede di badare alla casa e di non fare mancare niente alla cagnolina. Jimmy accetta molto volentieri

Grey City diventa la città dove a vigilare ci sono le due Supereroine conosciute come Lethal Bird e la sua enorme compagna Swallow, due Supereroine che stanno diventando la speranza di molte donne, che finalmente reagiscono, e si guadagnano molti ammiratori tra poliziotti e nerd, anche Shu Lan che Jimmy Carter, che intuiscono subito le identità. Jimmy e Shu Lan hanno una intelligenza superiore alla media.
Lethal Bird e Swallow non si fanno problemi a mostrare la loro relazione amorosa, aiutando molte persone a non vergognarsi per quello che sono, specialmente gli omosessuali.
Tuttavia purtroppo Lethal Bird deve fare i conti con gli Haters, specialmente quelli che scrivono tante cose cattive e crudeli.
Jenny non riesce a farsele scivolare addosso ma grazie a Claire si calma, specie quando viene a sapere che questi haters vengono arrestati alla polizia grazie a Jimmy, che rimanendo nell’anonimato li rintraccia e manda tutto alla polizia.
Comunque queste due Supereroine si guadagnano il rispetto, e l’ammirazione di Margaret Wilson, la Presidente degli Stati Uniti.
Margaret è una giovane donna con i capelli rossi legati ad una coda di cavallo.
Margaret ha lottato molto duramente per farsi eleggere come Presidente degli Stati Uniti e ha cercato di essere un simbolo americano. Tuttavia deve fare i conti con un uomo politico che incarna tutto il peggio dell’America che cerca di metterla in cattiva luce per diventare il nuovo presidente degli Stati Uniti.
Un uomo politico che a quanto pare piace agli americani: misogino, razzista, omofobo, trasmofobo, che incoraggia le persone all’odio verso tutto quello che è diverso, fa tutto quello che può per essere apprezzato dalla massa ignorante, e soprattutto è probabilmente un guerra fondaio, un uomo che Margaret Wilson vorrebbe dietro le sbarre.

I criminali sono veramente infastiditi dalla presenza di Lethal Bird e Swallow, e quindi organizzano una riunione per decidere come ucciderle, ma non hanno idee.
Ecco che si presenta una misteriosa donna di 36 anni coi capelli molto lunghi di un colore viola sgradevole, che è lo stesso colore degli occhi, e indossa una tuta da combattimento colorata di viola e di nero, e indossa una mascherina nera intorno agli occhi e ha una cintura nera per i gadget.
“Salve a tutti”
Uno dei criminali: “Chi sei?”
La donna: “Io sono Redrum”
Un altro criminale: “Dammi una ragione per non doverti staccare la testa dalle spalle”
Redrum mette sul tavolo un foglio bianco: “Adesso eseguirò una magia in cui farò diventare rosso questo foglio senza usare matite o pennelli.
Il criminale si avvicina per cercare di piccharla ma lei lo prende e gli sbatte violentemente la testa sul foglio sporcandolo di sangue e uccidendo il criminale.
Redrum: “Tah Dah!”
I criminali le chiedono cosa vuole.
Redrum inizia: “Ragazzi, fino a qualche anno fa nessuna donna osava affrontare nessuno di voi uomini. Cosa è successo? Non avete più le palle? Ve lo dico quale è il problema. Lethal Bird. Lethal Bird ha mostrato la vostra vera natura purtroppo. È lei che sta facendo sì che le donne reagiscano con forza agli abusi degli uomini”
I criminali: “Cosa proponi?”
Redrum: “Uccidere Lethal Bird. E io posso farlo senza problemi”
I criminali: “Allora perché non lo hai già fatto”
Redrum: “Non conviene mettere al servizio degli altri il proprio talento gratuitamente”
I criminali: “Quanto vuoi?’
Redrum: “18 miliardi di dollari”
I criminali: “Tu sei pazza!”
Redrum: “Non ha importanza. Se non ci occupiamo di Lethal Bird, finirà che le donne avranno pari diritti agli uomini”
Un criminale: “Questa puttana parla troppo!”
Redrum tira fuori una bomba: “Evitiamo problemi, questa bomba è programmata per esplodere appena mi succede qualcosa”
I criminali si calmano: “Va bene, ci affidiamo a te Redrum”
Redrum ride in modo maniacale e se ne va

In un quartiere di Grey City in cui vive Shu Lan avvengono degli strani furti da parte di ragazzi nippo americani.
Shu Lan decide di intervenire e va nei luoghi in cui si verificano i furti e ferma i ragazzi.
Ad un certo punto arrivano degli strani ninja, ciascuno con un coprifronte in cui è disegnato il Kanji giapponese che vuol dire rispetto. I ninja attaccano Shu Lan ma lei riesce a respingerli ma loro sono molto resistenti. Dopo un duro duello Shu Lan li manda via.
Shu Lan va a trovare Jimmy.
Jimmy: “Ciao Shu Lan. Cosa ti serve?”
Shu Lan: “Dobbiamo parlare”.
In un enorme palazzo una donna giapponese suo 40 anni che ha i capelli lunghi lisci neri sta mangiando Sushi ed ecco che si presenta uno dei nippo americani arriva per scusarsi: “Lady Tanken. Vi chiedo perdono. Una ragazza cinese mi ha impedito di commettere i furti”
Lady Tanken: “Basta”
Il nippo americano: “Mia Signora, vi prometto che la prossima non vi deluderò”
Lady Tanken: “Tranquillo. Tu non mi deluderai più. Mai più.”
Il nippo americano è terrorizzato: “No mia signora! Vi prego!”
Le porte si chiudono.
Il nippo americano: “Nooooooooo”
Lady Tanken ride

Le gesta di Lethal Bird e Swallow hanno dato la forza di reagire anche ad una ragazza di colore di nome Ellie, una ragazza di 25 anni con i capelli lunghi lisci neri.
Ellie è la figlia del sindaco di Grey City, un uomo molto buono ma disprezzato dalla gente perché è di colore.
Ellie è una campionessa di arti marziali, è cintura nera di diverse discipline. Ma purtroppo le sue vittorie nei tornei sono sempre state disprezzate per la questione che la maggior parte del pubblico erano razzisti.
Ellie ammira Lethal Bird, Swallow e Shu Lan e decide di diventare una Supereroina adottando il nome Sugar, facendo finire dietro le sbarre tutti coloro che commettoni crimini legati alla questione del razzismo.
Anche Sugar viene apprezzata molto.
Per ironia della sorte Ellie farà amicizia con Jenny Mirth, alias Lethal Bird, perché la prima si offre volontaria per aiutare Jenny a studiare per poter entrare alla Università.
Shu Lan e Jimmy le stanno tenendo d’occhio e credono che convenga unire le forze e formare un gruppo

Jenny Mirth e Claire vivono insieme. Claire, lavorando nel Wrestling col nome Debora Ruth guadagna abbastanza soldi per poter mangiare, mantenere in buone condizioni la casa e soprattutto dare da mangiare a Minni, la cagnolina di Jenny. Minni è una cagnolina molto affettuosa, obbidiente e anche intelligente.
Jenny è in casa da sola con la cagnolina. Qualcuno suona alla porta: “Jenny, sono io. Johnny Stuart. Mi fai entrare?”
Jenny apre la porta al poliziotto: “Salva signor Stuart”
Johnny: “Stai meglio?”
Jenny: “Si grazie”
Johnny mostra una cosa a Jenny: “È una torta alla Nutella preparata da mia moglie. Sappiamo che ne vai matta.”
Jenny guarda la torta pregustandola e non vede l’ora di mangiarne un pezzo.
Poi Johnny fa vedere a Jenny una foto che ritrae Jenny da piccola con i genitori Jill Mirth e Jeremy Mirth.
Nella foto la madre di Jenny era molto giovane.
Jill ha messo al mondo Jenny quando aveva solo 18 anni, mentre Jeremy aveva 30 anni.
Jenny non sa molto di suo padre, sa solo che era un ottimo sceneggiatore che rispettava le donne e infatti quando ha sposato sua madre, lui ha adottato il cognome della moglie in segno di rispetto e anche Jenny venne battezzata con il cognome della madre.
Il padre di Jenny purtroppo morì in seguito ad un incidente quando lei aveva solo 3 anni.
Jenny aveva un bellissimo rapporto con la madre, erano amiche, complici in ogni occasione, ma anche lei è morta per colpa di un uomo cattivo che non la rispettava.
Johnny dice a Jenny: “Tuo padre era un uomo gentile, fuori dal comune. Era come un fratello per me. E tua madre fu la cosa più bella che gli sia capitata. Tu sei l’unico ricordo che ho di loro. Se ti serve qualcosa io per te ci sono. Fammi un fischio”
Jenny: “Grazie Johnny”
Jenny saluta il poliziotto, poi va in cucina e si taglia un bel pezzo di torta e la mangia: “Molto buona”

Nel frattempo un ragazzo di nome Eric, un ragazzo di 16 anni coi capelli corti biondi, che soffre anche lui soffre di una forma molto leggera di autismo, sta facendo il suo ingresso nel mondo del crimine.
Purtroppo a differenza di Jenny, Eric è sempre stato solo e nessuno gli ha mai voluto bene.
Quindi è caduto in un brutto malessere depressivo che lo porta a bere molte bottiglie di Coca Cola al giorno fregandosene della sua salute.
Un giorno venne avvicinato dalla misteriosa Lady Tanken che gli parla di Lethal Bird, e gli rivela che è autistica come lui, facendolo divorare dall’invidia.
Lady Tanken gli da una nuova bevanda di cui lui diventa dipendente e che deve bere continuamente per stare bene e placare il malessere.
Eric per colpa di Lady Tanken inizia a fare una strage di tutti coloro che gli hanno fatto un torto.
Poi fa di tutto per attirare l’attenzione di Lethal Bird con messaggi molto pesanti scritti sui muri e sfidandola.
Lethal Bird accetta la sfida e decide di affrontarlo.
Lethal Bird ed Eric si incontrano davanti ad un negozio di videogiochi che ha chiuso perché ha fallito.
Lethal Bird: “Mi sembri molto in vena di fare a pugni”
Eric: “Io so perfettamente che sei autistica. Anche io lo sono. Ed è per questo che io ti odio. Perché tu sei una Supereroina e io invece non valgo niente! Non riesco ad accettarlo! Io adesso ti ucciderò perché è giusto così”
Lethal Bird ed Eric si affrontano in un duello a suon di colpi.
Lethal Bird combatte mettendo la sua bravura nelle arti marziali mentre Eric combatte come una bestia assetata di sangue a causa delle bevande che gli ha fatto assumere.
Dopo un duro duello Lethal Bird, con molta fatica, esce vincitrice: “Adesso è finita Eric, adesso la polizia ti porterà via e verrai aiutando da degli psichiatri”
Eric corre via ma non riesce ad andare molto lontano perché il malessere è troppo forte.
Allora Eric tira fuori una strana lattina che gli ha donato Lady Tanken e ricorda le sue parole: “Quando il malessere sarà veramente forte, bevi questa. E ti prometto che non soffrirai più.”
Eric beve la bevanda e cade a terra morendo sereno.
La polizia porta via il cadavere e lo fa vedere al medico legale, che dopo averlo esaminato rimane rimane senza parole.
Secondo il rapporto del medico legale, le bevande che ingeriva il ragazzo erano delle bruttissime droghe di natura sconosciuta e nonostante le continue ricerche della polizia non si riesce a rintracciare chi le abbia fabbricate.
Jenny pensa a quel ragazzo e prova una forta paura perché se lei non avesse accanto tante persone che le hanno voluto bene molto probabilmente sarebbe diventata come lui o peggio.
Claire torna tardi a casa e trova Jenny ancora sveglia.
Claire: “Amore mio. Perché sei ancora sveglia? Cosa c’è?”
Jenny: “Ti prego abbracciami”
Claire si corica vicino
a Jenny e la abbraccia baciandola sulla fronte.
Jenny recupera un po’ di serenità e si mette a dormire dopo aver detto: “Ti amo Claire”
Claire: “Ti amo anche io. Buonanotte Amore Mio”
Le due innamorate si addormentano

Jimmy finalmente riesce a creare una riunione tra Jenny, Claire, Shulan ed Ellie.
Jimmy: “Finalmente sono riuscito a riunirvi amiche mie. Ragazze. Voi tutte siete eccezionali. Avete tutte un grande potenziale. Unite voi potete essere imbattibili contro il male. E infatti abbiamo l’occasione per dimostrarlo”
Jimmy accende la TV dove viene proiettato su ogni canale la notizia che una pericolosa serial killer di nome Redrum ha preso in ostaggio la Presidente degli Stati Uniti.
Le quattro ragazze vanno in soccorso della Presidente.
Entrano nella Casa Bianca.
Ecco che le quattro si trovano davanti la pericolosa Redrum.
Il fascino di Redrum ha un non si sa cosa di spaventoso.
Redrum: “Oh Lethal Bird, mia piccola passerotta”
Lethal Bird: “Perché te la prendi con la Presidente?”
Redrum: “Lei era solo un esca. Sei tu che volevo. E le tue amiche per me non valgono niente. Io voglio solo te. So che sei autistica. Ed è per questo che sei speciale.”
Lethal Bird: “Vuoi Uccidermi?”
Redrum: “No. Tu mi completi. Senza di te cosa faccio? Ammazzo gente a caso? Io ti conosco da quando eri una bambina. Io so di certo che io e te insieme possiamo formare un vero duo. Invece tu stai con quella energumena che assomiglia alla Wrestler Jordynne Grace. Tu non capisci. Sei come me. E io ti avrò un giorno”
Lethal Bird è agitata e Swallow: “Tu non toccherai la mia amata.”
Swallow le da un pugno, ma Redrum non si fa niente e le da un pugno con cui la fa cadere per Terra.
Shulan: “Questa è una Psicopatica! Attacchiamola insieme!”
Le quattro ragazze la attaccano ma lei riesce a tenere testa a tutte e quattro”
Il duello non presenta vincitori, Redrum libera La Presidente.
Redrum: “Ci rivedremo presto mia dolce Lethal Bird.”
Le ragazze si scusano con la Presidente ma lei: “Ragazze. Voi mi avete salvato la vita. E d’ora in poi avrete il mio sostegno”
Poi la Presidente si avvicina a Lethal Bird: “Tu sei da ammirare, Lethal Bird. Nonostante il tuo autismo sei molto valorosa”
La Presidente mostra la sua gratitudine alle Supereroine mettendo loro a disposizione una base sotto la casa di Jenny Mirth in cui Jimmy sarà il coordinatore della squadra, il collaboratore dietro le quinte, il genio dei computer e colui che elaborerà le strategie.
I cinque felici si danno un grande abbraccio. Poi tutti ringrano Jenny.
Jenny ha dato una svolta a Grey City. Ora Jenny ha tante persone su cui contare.
Jenny spera con tutto il suo che i suoi genitori, se la stanno guardando dal cielo, siano fieri di lei

Grazie alla Presidente Degli Stati Uniti ora Jenny e i suoi amici hanno un quartier generale in cui possono fare tutto. Jimmy però si accorda con le supereroine che occorre stabilire un codice etico tramite delle regole. Le regole sono di non uccidere se non è proprio necessario, poi bisogna sempre dirsi tutto e di non nascondere nulla, prima di affrontare un nemico sconosciuto bisogna prima parlare con Jimmy per ideare la giusta strategia e procedere, e infine non bisogna tradire la fiducia. I cinque si abbracciano. Shulan fa fatica a non mostrare che è innamorata perdutamente di Jimmy, non solo è innamorata di lui, ma lo desidera. Minni guarda sorridente, ma però nota qualcosa di strano e comincia ad abbaiare a Jenny. Jenny: “Cosa c’è piccolina?” La cagnolina ha intuito che un gruppo di Supereroi e Supereroine sta osservando Jennny. Stanno discutendo sul fatto che Lethal Bird è la prescelta per sconfiggere un male terribile e che il suo autismo è la sua arma.

Lethal Bird, il cui vero nome è Jenny Mirth, è una ragazza di 18 anni di origine caucasica, americana, di razza bianca, che soffre di una forma molto leggera di autismo.
Di carattere è una ragazza molto dolce. Lei è perfettamente consapevole di avere l’autismo, ma lo vede non solo come un dono, ma anzi come un vero e proprio superpotere che usa nei panni della supereroina Lethal Bird.
È proprio l’autismo il suo superpotere.
È un personaggio positivo che non evolverà mai al male e rappresenta il riscatto sia delle donne e sia degli autistici

Swallow, il cui vero nome è Claire Burton, è una ragazza di 22 anni anche lei di origine caucasica, americana, di razza bianca, che come lavoro fa la wrestler col nome d’arte Debora Ruth, infatti ha un fisico molto grosso ed è molto alta ma è comunque una donna molto affascinante che conserva i tratti femminili.
È la fidanzata di Lethal Bird. Rappresenta la forza delle donne e il potenziale di ciascuna di loro, e poi rappresenta la sicurezza e la protezione nei confronti di Lethal Bird, che ama sin da piccola e a cui non farebbe mai del male.

 

Lascia un commento