Napoli, tamponi tutti negativi

Sono tutti negativi i tamponi effettuati al Napoli, dopo la partita col Genoa e le 14 positività emerse tra le file della squadra ligure. Domani la squadra allenata da Rino Gattuso sarà sottoposta a un secondo test molecolare antiCoronavirus. Lo fa sapere il Napoli, con un tweet.  Il test effettuati ieri dalla Asl 3 ai 14 tesserati del Genoa risultati positivi nel fine settimana hanno confermato la positività. Lo fa sapere la società rossoblù. Questa mattina gli altri componenti della squadra e dello staff sono arrivati in macchina al campo di allenamento hanno eseguito il tampone dall’auto e sono tornati a casa. Buone notizie per i dipendenti e i dirigenti che si erano sottoposti ai test ieri e che sono risultati tutti negativi. Il Genoa attende le decisioni della Lega sulla gara di sabato contro il Torino.

Ds Genoa, ‘Asl ci ferma, non possiamo giocare’  – “Siamo tutti in quarantena. La Asl ci ha fermato, non possiamo giocare sabato contro il Torino anche con i 13 disponibili. Senza allenamenti dobbiamo rinviarla”. Lo ha detto a Radio Kiss Kiss Napoli il d.s. del Genoa Daniele Faggiano. “La data si trova perché anche i granata non fanno le Coppe. Con il Napoli non abbiamo mai chiesto il rinvio anche perché il calendario prevedeva la sfida sabato contro il Torino – ha aggiunto Faggiano -. Poi voglio chiarire che la mia frase sulla sconfitta al San Paolo perché eravamo positivi al Covid era solo una battuta, che non è stata colta. A breve comunicheremo l’elenco dei positivi. Stiamo risolvendo i problemi sulla privacy e poi daremo l’elenco completo”.

“La situazione dei giocatori negativi va monitorata giorno per giorno perchè essendo stati in contatto con i giocatori positivi possono positivizzarsi. Secondo il ‘protocollo partita’ scritto dal ministero lo scorso giugno i giocatori negativi potranno allenarsi se verrà confermata la loro negatività”. Lo ha detto all’ANSA la responsabile del settore profilassi della Asl 3 di Genova, Anna Opisso. “Siamo in contatto quotidiano con la società per la gestione di questo caso – ha aggiunto -. Ieri c’è stato un impedimento momentaneo ad allenarsi a causa della scoperta dei 14 casi positivi”. Oggi, i giocatori rossoblù che nei giorni scorsi erano risultati negativi non hanno potuto allenarsi per sottoporsi ai test. Si sono recati al campo di allenamento per fare l’esame dall’auto, come riferito dalla società, e sono poi tornati a casa in attesa dei risultati. Il responso dovrebbe arrivare in serata, al più tardi domani mattina. I calciatori del Napoli faranno domani il secondo tampone, mentre il terzo e decisivo in vista della sfida contro la Juventus verrà effettuato nella prima mattinata di sabato, in modo da avere i risultati sabato sera e decidere sulla partenza. Questa l’ultima decisione dello staff medico del Napoli che sta affrontando le conseguenze del focolaio nel Genoa che ha giocato domenica al San Paolo.

Due giorni è il tempo minimo di incubazione della malattia. Il picco dello sviluppo si verifica in una settimana, quindi saranno molto più attendibili i tamponi di venerdì”. Lo afferma all’ANSA Ivan Gentile, professore di Malattie Infettive presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia e direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive dell’Università Federico II di Napoli commentando i tamponi negativi dei giocatori e staff del Napoli dopo la scoperta del focolaio nel Genoa, e sottolineando che il termine per un tampone sicuro e’ cinque giorni.

Lascia un commento