Giochi sensoriali e tattili per bambini

Lo sviluppo dei bambini attraverso i giochi

“Mai aiutare un bambino che sta svolgendo un compito nel quale sente di avere successo” Maria Montessori. Una citazione efficace che rende benissimo il pensiero di questa famosa pedagogista, la quale sosteneva l’importanza dello sviluppo del piccolo attraverso giochi sensoriali che comprendessero i 5 sensi. Sin dai primi momenti di vita, il bambino acquisisce la percezione di ciò che gli sta intorno attraverso la vista, il gusto, l’olfatto, l’udito e il tatto.

Per questo è molto utili fornire ai bimbi tutti gli strumenti che possano stimolare la sua curiosità e il suo sviluppo.

I giochi tattili e sensoriali hanno esattamente lo scopo di insegnare ai bambini come usare i sensi senza tralasciare il divertimento.

 

Lo scopo dei giochi tattili

I giochi tattili per bambini si distinguono in base alla loro età, per esempio, verso il 4 mese cominciano a mettersi le dita in bocca, mentre intorno al 7 mese cominciano ad afferrare gli oggetti per conoscerli di più.

Pertanto, è questo il momento più idoneo per proporgli delle attività ludiche in grado di stimolarlo e aiutarlo nelle sua conquiste.

Secondo la filosofia Montessoriana, sarebbe meglio realizzare i giochi in casa con le proprie mani, ma non tutti i genitori hanno il tempo giusto a disposizione, per questo online si trovano sempre più siti dedicati che danno la possibilità ad ogni genitore di scegliere il gioco tattile che preferisce.

L’obiettivo è quello di accompagnare il bambino nelle varie fasi di età con proposte atte a migliorare il suo sviluppo cognitivo.

Il gioco come momento non solo finalizzato al suo svago, ma soprattutto per renderlo più libero di apprendere da solo. Il metodo Montessori è alla base di tutte le proposte accuratamente selezionate, in grado di fornire ai bambini un momento fondamentale per la loro crescita.

Grazie ai giochi tattili il bambino impara a volare in piena autonomia, a relazionarsi con l’ambiente che lo circonda e a stare meglio con gli altri.

 

Dai libri ai sonagli

I più diffusi tra i giochi sensoriali sono senza dubbio i libricini in cartone o in stoffa composti da parti morbide, lisce e ruvide molto utili a stimolare il tatto del bambino. Con i libri il bambino si diverte a toccare, stropicciare, a utilizzare le sue mani in tutti i modi e nel contempo impara. Per i genitori è fondamentale insegnare ai piccoli ad essere liberi e felici, è il primo passo verso una crescita consapevole. Con il libricino il piccolo impara a conoscere le forme, a distinguere i materiali a percepirne la differenza.

I sonagli realizzati in legno sono molto amati dai bambini, perché capaci di attirar

Lascia un commento