Jill Quinzel La Principessa Pagliaccia Capitolo 2

Federico Angioni, autore del racconto “Lethal Bird La Supereroina Autistica”, introduce il secondo capitolo della Fanfiction “Jill Quinzel La Principessa Pagliaccia”, con protagonista Jill Quinzel, la figlia di Joker e Harley Quinn, che la vediamo nella difficile impresa di riscattarsi ed essere un’eroina nonostante nelle sue vene scorra il sangue di Joker, suo padre. Jill Quinzel è completamente inventata da Federico ed è disegnata da Retro.
Jill Quinzel, la figlia di Joker e Harley Quinn, inventata da Federico Angioni e Disegnata da Retro
Per Jill Quinzel, la figlia di Joker e Harley Quinn, inizia un’avventura in cui deve riscattarsi.
Al fianco di Batman e Cassandra Cain inizia a pattugliare le strade.
Tuttavia Jill deve fare i conti col fatto che tutti vogliono incassare la taglia che Joker ha messo su di lei.
Però la taglia è l’ultimo dei problemi. Infatti Jill Quinzel combina dei disastri nel tentativo di salvare degli innocenti. Batman cerca di essere comprensivo ma non lo sono gli abitanti di Gotham.
Jill Quinzel, mentre combatte degli uomini che vogliono la taglia, all’improvviso compare un uomo di nome David Cain.
Jill Quinzel: “Cerchi di incassare la taglia su di me?”
David Cain: “La figlia di Joker e Harley Quinn. Finalmente ti incontro. Io sono David Cain”
Jill Quinzel: “Uno dei migliori assassini del mondo. Io quelli come te me li mangio a colazione”
Jill si mette a ridere.
David Cain: “Tu sei fuori di testa”
Jill Quinzel: “E sono pericolosa. Mi ha addestrato Lady Shiva”
David Cain: “Io conosco Lady Shiva”
Jill Quinzel: “E allora?”
David Cain: “Io e Lady Shiva siamo i genitori della tua amica Cassandra”
Jill Quinzel: “No. Non può essere”.
David Cain racconta a Jill che mentre quest’ultima veniva addestrata da Lady Shiva, lui sottoponeva sua figlia Cassandra ad un brutale addestramento senza nemmeno insegnarle a parlare, a leggere, a scrivere, e senza neanche darle un po’ di affetto.
Jill Quinzel viene invasa da una grande rabbia e dice: “Sei un bastardo! Tu e Lady Shiva! Io però voglio bene a Cassandra”
David Cain: “Tu sei solo una pazza come i tuoi genitori. Io adesso ti porterò da tuo padre. E ti assicuro che quello che ho fatto a mia figlia non è niente in confronto a quello che tuo padre farà a te. Credo che sarà insopportabile da vedere ma io farò del mio meglio”
Jill Quinzel ride: “Non ho bisogno che tu mi porti da mio padre. Ci andrò da sola. Intanto faccio pratica con te per quello che farò a mio padre”
David Cain e Jill Quinzel si affrontano. Anche se David Cain è molto forte Jill è molto imprevedibile e riesce a metterlo in difficoltà. Tuttavia David Cain riesce a fuggire.
Jill Quinzel viene raggiunta da Batman e Cassandra Cain.
Cassandra è riuscita a vedere in tempo il padre, si mette a piangere e abbraccia Batman.
Jill guarda quella povera ragazza, e si chiede che cosa le sarebbe successo se fosse cresciuta con Joker.

Solo Harley era perfettamente consapevole di quello che Joker avrebbe fatto alla loro figlia. Per questo l’aveva affidata a Poison Ivy.

 
Cassandra Cain disegnata da Retro
 
Joker sta picchiando Harley Quinn.
Harley: “Ti prego. Non lasciare che facciano del male a Jill”.
Joker: “In effetti hai ragione. Preferisco essere io ad avere mia figlia tra le mani.”
Batman riporta Jill e Cassandra alla Batcaverna.
Cassandra è molto triste ma Jill riesce a ridarle il sorriso facendo rimanere sorpreso Batman.
Poi Jill ha una conversazione con Batman.
Jill Quinzel: “Il padre di Cassandra è un bastardo”
Batman: “Lo so. Ma tu sfidandolo ti sei fatta un nemico letale. Ora ti darà la caccia”
Jill Quinzel: “Non sono stata io a iniziare”.
Batman: “Ma sei stata tu a finire”
Il Batcomputer pubblica una notizia di Joker in cui dice: “Ho deciso di annullare la taglia che ho messo su mia figlia. Essendo roba mia sono io che voglio decidere come gestirla.”
Jill Quinzel: “Roba sua? Io non sono un oggetto!”
Batman: “Non abbassare la guardia Jill. Anche se non hai più la taglia tutti ti vorranno morta in quanto figlia di Joker e Harley Quinn.”
Jill Quinzel: “Giuro che appena avrò tra le mani mio padre gliela farò pagare molto cara”

Batman: “Non sottovalutarlo”

Mentre Batman non c’è Jill Quinzel cerca di localizzare Joker col Batcomputer.

Tuttavia Nightwing la interrompe: “Vuoi dirmi cosa stai facendo? Figlia di Joker?”
Jill Quinzel: “Non osare chiamarmi così!”
Cassandra Cain: “Smettetela!”
Nightwing: “Tu stai zitta. Non mi fido nemmeno di te.”
Jill difende Cassandra: “Sei un coglione Nightwing!”
Nightwing: “Fuori! Andatevene!”
Jill si rivolge a Cassandra: “Andiamo da Poison Ivy”

Jill e Cassandra se ne vanno dalla Batcaverna.

Joker sta sempre picchiando Harley, che si sta finalmente ribellando per proteggere Jill.

Ecco che arriva Poison Ivy che blocca Joker con le sue piante giganti.
Joker: “Cosa vuoi?”
Poison Ivy: “Harley viene con me. Tu non le farai più del male”
Joker: “Povera illusa. Harley è una mia proprietà. Anche Jill è mia, perché è mia figlia”
Harley lo riempie di pugni: “No. Jill è mia figlia. Figlia mia e di Poison Ivy.”
Joker: “Jill è mia. E ne farò quello che voglio”
Poison Ivy: “Se tu osi solo avvicinarti a lei, io giuro che ti ucciderò”
Poison Ivy, con le sue piante, scaraventa Joker contro il muro.
Harley Quinn e Poison Ivy se ne vanno e ritornano al nascondiglio di Poison Ivy.
Harley: “Grazie mille rossa. Sei sempre stata la mia migliore amica”
Poison Ivy: “Tu per me sei molto più di un’amica. Io ti amo.”
Harley Quinn e Poison Ivy si baciano.
 
Joker, il padre di Jill Quinzel, disegnato da Retro
 
Quando Jill e Cassandra vanno al nascondiglio di Poison Ivy, Jill rimane sorpresa nel vedere oltre a Poison Ivy anche sua madre Harley.
Jill Quinzel: “Mamma!”
Harley: “Oh Jill!”
Madre e figlia finalmente possono abbracciarsi e Cassandra le guarda commossa.
Harley Quinn e Poison Ivy accolgono Cassandra.
Poi Poison Ivy richiama l’attenzione di tutti: “Devo dire una cosa”
Poison Ivy si volta verso Harley Quinn e si mette in ginocchio e tira fuori un anello: “Harley. Tu sei la donna con cui voglio passare il resto della mia vita. Vuoi sposarmi?”
Harley Quinn non riesce a trattenere la felicità: “Certo che voglio sposarti!”
Jill è talmente felice che abbraccia fortissima Cassandra.
Cassandra: “Beh. Dobbiamo festeggiare”

Jill Quinzel: “Certo”.

Tuttavia i festeggiamenti vengono interrotti dall’arrivo di Batman venuto a riprendersi Jill e Cassandra.

Batman: “Perché siete andate via?”
Cassandra Cain: “Ci ha mandate via Nightwing?”
Jill Quinzel: “Preferiamo restare con Poison Ivy e mia madre”
Batman: “Harley Quinn. Devi ritornare ad Arkham”
Jill Quinzel: “Io non voglio che mia madre torni in prigione”
Batman: “Jill per favore. Non ce l’ho con te…..”
Jill Quinzel: “Non ti conviene metterti contro di me. Vattene.”
Batman: “Jill……”
Jill Quinzel: “VATTENE!”
Batman: “Ok. Me ne vado. Ma tieni presente una cosa Jill. Anche tu Cassandra. Io non intendo addossarvi le colpe dei vostri genitori. E non vi lascerò gettare le vostre vite. Io vi salverò. Perché voi avete la possibilità di prendere un giorno il mio posto nella protezione di Gotham”
Poi Batman si rivolge a Poison Ivy e ad Harley Quinn: “Vi darò la possibilità di riscattarvi. Ma lo faccio per Jill.”

Batman se ne va.

Passano alcuni mesi in cui Jill e Cassandra rafforzano il loro legame d’amicizia.

Sono accomunate dall’odio verso i loro rispettivi padri.
Decidono di andare a cercarli.
Così girovagando per Gotham si mettono prima di tutto a cercare David Cain, il padre di Cassandra.
Dopo lunghe indagini alla fine lo trovano.
David Cain non rimane per nulla sorpreso nel vederle.
David Cain: “Cassandra. Sei tornata dal tuo paparino”
Cassandra: “No. Voglio ucciderti.”
Jill Quinzel: “Sei fottuto!”
David Cain: “Voi non potete sconfiggermi. Cassandra tu tornerai con me. E per quanto riguarda te Jill, mi dispiace ma devo ucciderti.”
David Cain affronta le due ragazze e mette Jill al tappeto per poi concentrarsi su Cassandra Cain.
David Cain: “Dopo averti sconfitto Cassandra, ucciderò la tua unica amica”
Cassandra: “Tu mi fai schifo Papà. Sei un padre abominevole. Non mi hai dato nessuna scelta. Mi hai solo fatto del male. Io volevo parlare. Volevo leggere, volevo scrivere, volevo delle persone che mi volessero bene”
David Cain tuttavia riesce a sconfiggere sua figlia Cassandra e si prepara a portarla via ma Jill gli va addosso e comincia a picchiarlo.
Jill Quinzel sconfigge David Cain, che cade a terra.
Jill afferra la pistola di David Cain e si prepara a sparargli.
David Cain: “Sei bella come tua madre ma sei pazza come tuo padre.”
Jill Quinzel: “Sta zitto!”
David Cain: “Forse non sei una minaccia dopotutto. Forse sei solo una puttana come tua madre”.
Jill Quinzel: “Ti ho detto di tenere la bocca chiusa”
Jill gli punta la pistola alla testa mentre lui è disteso a terra e gli dice: “Le tue ultime parole?”
David Cain: “Batman non permette di uccidere”
Jill Quinzel: “Chi cazzo se ne frega?!”
 
David Cain, il padre di Cassandra Cain, disegnato da Retro.
 
Batman arriva e ferma Jill Quinzel.
Jill Quinzel: “Ancora tu?!”
Batman, con tono severo la rimprovera: “Se tu uccidi quest’uomo non sarai meglio di tuo padre”
Jill Quinzel: “Se fare parte della tua Batfamiglia vuol dire risparmiare vite di pezzi di merda allora non fa al caso mio”
Cassandra si risveglia.
Batman si rivolge a Cassandra: “Cassandra. Mi dispiace averti fatto credere di non volerti bene. Tu sei mia figlia. Lo sarai sempre”
Cassandra abbraccia Batman.
Jill Quinzel: “Sono felice per te Cassandra. Davvero.”
Cassandra Cain: “Rimani con noi Jill”
Batman: “Io so che sei buona Jill. Voglio solo aiutarti. Se sei preoccupata che io mandi in prigione tua madre e Poison Ivy, tranquilla non lo farò”
Jill Quinzel: “Mi dispiace averti risposto male prima Batman. Ma adesso voglio tornare da mia madre e da Poison Ivy. Loro sono la mia famiglia”
Batman: “Va bene. Io però ci sarò sempre per te”.

Jill Quinzel se ne va.

Jill Quinzel, mentre torna da sua madre e Poison Ivy, riceve la visita di Lady Shiva.

Lady Shiva applaude: “Brava! Molto brava!”
Jill Quinzel: “Ti dovrei uccidere”
Lady Shiva: “Io ti ho addestrato bene. Hai sconfitto David Cain.”
Jill Quinzel: “E posso sconfiggere anche a te!”
Lady Shiva: “Io non voglio combatterti. Dopotutto hai salvato mia figlia”
Jill Quinzel: “L’hai abbandonata”
Lady Shiva: “E tu e Batman l’avete salvata. Ti farò una domanda. Tu chi sei?”
Jill Quinzel: “Io sono Jill Quinzel La Principessa Pagliaccia. Io sono la figlia di Harley Quinn e Poison Ivy”
Lady Shiva: “Bravissima”
Lady Shiva se ne va.
 
Lady Shiva, la madre di Cassandra Cain, disegnata da Retro.
 
Jill Quinzel torna nel nascondiglio di Poison Ivy e sua madre Harley Quinn.
Poison Ivy e Harley Quinn sono felici di vedere Jill.
Jill Quinzel: “Ascoltate. Ho preso una decisione. Voglio affrontare mio padre. Lo voglio sconfiggere. Io non sono debole. E per quanto riguarda voi. Mamma. Poison Ivy. Voi sarete sempre la mia famiglia. Vi voglio bene. Siete entrambe le mie Mamme. Io sono vostra figlia”

Poison Ivy e Harley Quinn abbracciano la loro figlia Jill Quinzel.

Lascia un commento