Domani (martedì 24 agosto) presso la Cagliari Airport Library, il musicista Daniele Ledda presenta la composizione originale “Music for Cagliari Airport”, dedicata all’aeroporto “Mario Mameli” di Cagliari

Music for Cagliari Airport: è questo il titolo della composizione ambient originale realizzata dal musicista sperimentale Daniele Ledda per l’aeroporto “Mario Mameli” di Cagliari. Il progetto nasce a seguito della collaborazione tra Sogaer (azienda che gestisce la struttura aeroportuale) e l’associazione Ticonzero, e prende spunto dalla produzione ambient del musicista e compositore Brian Eno e in particolare dall’album “Ambient 1: Music for Airports”. La presentazione ufficiale avverrà domani (martedì 24 agosto) all’interno dei locali della Cagliari Airport Library, la prima biblioteca italiana situata all’interno di uno scalo aeroportuale, e vivrà due appuntamenti, alle 20 e alle 21, per un massimo di 30 partecipanti per turno, che potranno prenotare all’indirizzo library@cagliariairport.it. Agli spettatori, per accedere all’evento, sarà richiesta evidenza del green pass.

Così come quella di Brian Eno, dunque, la composizione di Ledda prende vita all’interno del concetto stesso di terminal aeroportuale, e si pone come obiettivo quello di creare un’atmosfera rilassata e priva di tensioni, che accompagni i viaggiatori nel tragitto dallo scalo all’aereo. Durante l’evento, Ledda si esibirà con lo strumento Clavius, di sua creazione, in una performance-installazione che coordina il suono, l’azione e la visione attraverso gli strumenti che lo compongono in ogni sua fase. La performance prevede l’esecuzione del brano 1/1 tratto da Ambient 1: Music for Airport di Brian Eno. Inoltre, nei giorni precedenti il collettivo Studio Astrocat e lo stesso compositore realizzeranno un videoclip che proprio nei giorni successivi all’esibizione, verrà trasmesso negli schermi dello scalo di Cagliari, in modo da permettere ai passeggeri in transito di prendere visione del progetto e del lavoro svolto.

Cagliari Airport Library. A ospitare l’esibizione la prima biblioteca italiana nata all’interno di uno scalo aereo. Voluta fortemente da SOGAER, la biblioteca possiede una collezione di oltre 2000 volumi di varie case editrici ed ospita al suo interno eventi, mostre ed esibizioni. Al momento è possibile visitare la mostra “Visioni concrete”, di Ermanno Leinardi.

Renato Branca, amministratore delegato SOGAER ha dichiarato: “Siamo giunti al terzo appuntamento, in poco meno di un mese, dell’iniziativa culturale “IN VIAGGIO VERSO”, nata con lo scopo di promuovere la lettura e la musica insieme agli autori e artisti, che condurranno il pubblico attraverso le storie, i personaggi, i luoghi dei romanzi o, ancora, attraverso le sonorità dei brani. Con estremo piacere ospitiamo un viaggio verso le emozioni e musica che saprà regalarci il bravissimo Daniele Ledda. Un artista che attraverso la sua musica aprirà le porte al viaggio, non solo reale, ma anche dell’immaginazione o semplicemente interiore”.

Lascia un commento