Spidergirl La Donna Ragno Capitolo 1

Federico Angioni, autore del racconto di Lethal Bird La Supereroina Autistica e di numerose fanfiction della DC Comics, introduce una nuova fanfiction a tema Marvel con protagonista il personaggio di Spidergirl (Anya Corazon), con cui si prende stavolta tutta la liberta creativa.
Vi auguriamo buona lettura.
 
Spidergirl (Anya Corazon) Disegnata Da Retro
 
Anya Corazon era una normale ragazza di New-York che studiava nella stessa università di Peter Parker, alias l’amichevole Spiderman di quartiere.
E proprio come Peter, anche lei, durante una gita universitaria nei laboratori della Oscorp, è stata morsa da un ragno geneticamente modificato. 
Tuttavia il ragno che ha morso la ragazza era molto più potente rispetto a quello che aveva morso Peter.
Infatti Anya ha gli stessi poteri di Spiderman, tuttavia molto più potenti, includendone anche di nuovi.
Per esempio le ragnatele di Anya sono organiche e le escono direttamente dai polsi, mentre Spiderman usava cartucce piene di una ragnatela artificiale creata da lui.
Poi altri poteri che lei ha sono una maggiore forza combattiva, un’elevata agilità, un fattore di guarigione ipersviluppato e infine un rallentamento dell’invecchiamento molto potente. 
Tuttavia, mentre Peter Parker usava i suoi poteri per aiutare la gente come Spiderman, Anya ha continuato a condurre una vita normale. 
Ma un giorno decise di imitare il supereroe e dopo essersi fatta da sola il costume iniziò a pattugliare le strade di New-York come Spidergirl.
Ma Spiderman non era molto d’accordo, anzi la considerava una irresponsabile perché per lei fare la supereroina era un gioco, un brivido.
Spiderman quindi, senza essere troppo severo, insegna alla ragazza cosa significa essere davvero una supereroina.
Anya alla fine impara una lezione molto importante: “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”
Questa frase lei l’ha prese molto seriamente e decise di abbandonare il suo sogno di supereroina. 
Quindi Anya, all’età di 23 anni, iniziò un percorso per diventare giornalista e conobbe un ragazzo con cui iniziò una relazione che però finirà male perché lei rimarrà incinta e il ragazzo, non volendo assumersi le sue responsabilità, fuggirà via. 
Adesso Anya ha 30 anni ed è riuscita a diventare una giornalista psicologa, ed è madre di un bambino autistico di circa 7 anni che lei ha affettuosamente chiamato Ethan Corazon.
Grazie al rapporto di amicizia che Anya ha con Peter Parker, la Zia di quest’ultimo, May Parker, è la babysitter a tempo pieno di Ethan, dando così ad Anya la possibilità di lavorare tranquilla.
Tuttavia, negli ultimi giorni, Anya nota che suo figlio non sta bene perché l’educatore della scuola lo maltratta psicologicamente. 
Quindi lei, molto arrabbiata ma allo stesso tempo determinata, prende una decisione importante, cioè tornare ad essere Spidergirl.
Quando Ethan va a scuola, l’educatore inizia a sottoporlo al maltrattamento psicologico, ma all’improvviso ecco che arriva Spidergirl che concia per le feste quella feccia. 
Dopo avergli dato una lezione la supereroina mostra tutte le prove alla polizia e fa arrestare quell’uomo che viene radiato immediatamente dall’ordine degli educatori e viene messo in prigione soprattutto grazie alla sua amica e avvocatessa Jennifer Walters, alias la supereroina She-Hulk. 
Ethan si avvicina a Spidergirl: “Grazie. Chi sei tu?”
Spidergirl: “Io sono Spidergirl. E sarò sempre tua amica. Sei hai bisogno di me io ci sarò”
Anya, oltre a essere una giornalista, è anche una psicologa, ma solo ed esclusivamente per il figlio in modo da non dover assumere psicologi o educatori perché dopo l’esperienza che Ethan ha avuto preferisce seguirlo solo lei aiutata al massimo da coloro di cui lei si fida ciecamente.

Tuttavia essere una psicologa le ha dato un’arma in più contro i criminali, soprattutto quelli psicotici e sadici.

Anche se non manca occasione in cui, giocando, si mette a psicoanalizzare i suoi amici e colleghi supereroi, anche se non mancano occasioni in cui proprio a questi suoi amici e colleghi supereroi lei offre sostegno psicologico, tra cui anche Peter Parker.

Spidergirl, esattamente come Spiderman, ha tuttavia il problema che John Jonah Jameson si mette, col suo giornale, a dipingere anche lei come una criminale, dividendo così l’opinione degli abitanti di New-York.  

Infatti Jameson se ne esce con questa frase: “Vuole essere famosa? E io la faccio diventare famigerata!”

Ma Anya, grazie al suo mestiere di giornalista, riesce a comunque a dare una buona immagine di sé stessa quando è Spidergirl.

Anya, grazie alle sue gesta eroiche come Spidergirl, viene molto apprezzata da Spiderman e dai vari colleghi supereroi.

Un giorno Ironman le fa la generosa offerta di entrare negli Avengers.
Tuttavia Spidergirl rifiuta l’offerta specificando che lei vuole lavorare da sola per stare accanto a suo figlio Ethan.
Un giorno Ethan chiede espressamente di poter incontrare di nuovo Spidergirl, e Anya accontenta il figlio facendo finta di andare via e ripresentandosi da lui come Spidergirl.
Anya, nei panni di Spidergirl, nota in suo figlio tutta una serie di talenti: è molto intelligente, gli piace inventare e scrivere storie ed è riuscito ad improvvisare nel disegno.
Spidergirl rimane sorpresa quando suo figlio le dice: “Sei la mia supereroina preferita”
Spidergirl gli risponde: “Tu invece sei il supereroe preferito di tua madre. Fidati. Me lo ha confidato lei stessa. Ma non dirle che te l’ho detto mi raccomando.”
Spidergirl, d’istinto, abbraccia Ethan, che ricambia, per poi addormentarsi sereno fra le sue braccia.

Spidergirl lo mette a letto e si toglie la maschera per dare il bacino della buonanotte a suo figlio.

 
 
Da qui in poi inizieranno tutta una serie di avventure con protagonista Spidergirl (Anya Corazon) che però, rispetto ai fumetti originali, sarà molto rivisitata da Federico Angioni, che userà tutta la sua libertà creativa.

Lascia un commento