Canti dalla Sardegna: Veronica Pisano interpreta Maria Carta

Interpretare Maria Carta non è un’impresa semplice. La mitica voce della Sardegna, poetessa, musicologa, attrice e grande interprete della musica popolare Sarda. Ha fatto conoscere al mondo la Sardegna. Veronica Pisano, cantante folk della Sardegna, parteciperà al musical di Sanremo per interpretare la regina del folk. Deus Ti Salvet Maria No Potho Reposare Procurade e Moderare, queste sono le grandi interpretazioni tratti da testi di poeti sardi dei quali Maria Carta rese un’interpretazione unica. Incontriamo Veronica per parlarci di questo suo nuovo progetto.

Maria Carta

Interpretare Maria Carta è un’esperienza unica, quanta preparazione e impegno?

Dici bene, interpretare Maria Carta non è semplice. Grazie all’impegno costante con Maurizio Gastaldi dal 2014, siamo arrivati ad un buon punto. Oltre alla preparazione tecnica ci vuole impegno per quanto riguarda la parte artistica, che non è da meno. Lei era unica e la gente lo sa, perciò credo sia anche una grande responsabilità.

Maria Carta un mito è un icona per tutta la Sardegna, che emozione poterla vivere e portare fuori dalla Sardegna… raccontaci…

Maria Carta assieme ad Andrea Parodi rappresentano la Sardegna per quanto riguarda la musica. Ho avuto una proposta allettante a cui non ho saputo resistere. All’inizio non volevo andare, per anni ho rifiutato, ora invece mi sento pronta. Maurizio è riuscito a convincermi.

San Remo ti chiama a fare questa tua nuova avventura spiegaci come avverrà la tua performance…

Interpreterò Maria Carta a Sanremo, in un palco adibito ai sosia. Con me ci sarà anche il mio partner musicale ed inseparabile amico, Maurizio Gastaldi, senza di lui non andrei da nessuna parte. Le persone di solito si aspettano un clone del personaggio che stai interpretando, mentre io in realtà sono un’altra persona. Credo sia una grande responsabilità.

Quali canzoni hai scelto?

Ho scelto: No potho reposare, Sa monza de Baule, Pitzinneddu, La tempiesina, La corsicana, Ave Maria, Attitu, e altre… tutti brani tradizionali sardi che canterò, vista l’occasione, sia in sardo che in russo, in modo che la Sardegna possa essere apprezzata anche fuori dall’Italia, da chi non conosce la lingua sarda.

Cosa rappresenta per te Maria Carta ?

Per me Maria Carta rappresenta un esempio che ho seguito soprattutto agli inizi della mia carriera mi sono ispirata a lei, per avere anche la forza di esibirsi ci vuole coraggio, e se c’è qualcuno che ti piace e da cui puoi prendere spunto , è meglio. Ora ovviamente cammino con le mie gambe, anche il mio look è diverso. Interpretare Maria Carta questa volta sarà come tornare indietro alla mia infanzia, quando davanti allo specchio imitavo Steven Tyler, Aleandro Baldi, Mariah Carey, Luciano Pavarotti, Whitney Houston e altri…

Lascia un commento