Due chiacchiere con la cantante Veronica Pisano.

Ciao Veronica posso chiamarti la cantante folk o ti definisci diversamente? Ciao Umberto, sono modesta chiamami semplicemente Veronica.

A che età hai cominciato a sentirti a tuo agio con la musica? Ho cominciato a ballare e a cantare all’età di due anni e mi sentivo assolutamente a mio agio.

Ci  racconti dettagliatamente il tuo percorso artistico ? A 20 anni, dopo il diploma, decisi di iniziare a studiare canto lirico, perché mi piaceva la musica classica, così con un pò di sacrificio contemporaneamente allo studio dovetti anche iniziare a lavorare, talvolta anche giorno e notte.

In famiglia c’è stato qualcuno che ha  influenzato le tue scelte musicali ? Mia madre amava la musica, mio padre non tanto. A casa quando c’era lui, spesso, non potevo cantare, neanche accendere musica.  Fortunatamente avevo un’amica del cuore, a cui piaceva cantare e ai genitori non dispiaceva sentirci, perciò andavo tutte le sere da lei (perché di mattina c’era la scuola). Mio padre mi fece conoscere un cantante di piano bar quando avevo 15 anni, così cominciai ad esibirmi nei locali, in cambio di una pizza o di un piatto di spaghetti.

Cosa ha fatto scattare l’idea di cantare la Sardegna in Russo  ? . L’ idea di cantare in russo è nata quando due anni fa, iniziando a studiare la lingua russa per mettere alla prova la mia memoria, poi mi sono appassionata ed ho continuato.

La tua canzone preferita in Sardo? La mia canzone preferita in sardo invece è “Badde lontana” dei Bertas.

E quella in Russo ? la mia preferita è “конь”, che significa “Cavallo”.

Come è nato il connubio con  Maurizio Gastaldi ? Nel 2011, durante una trasmissione televisiva locale nella quale eravamo entrambi ospiti,  conobbi Maurizio Gastaldi. Cominciammo così il nostro lavoro con la musica sarda.

Abbandoneresti l’Italia per vivere un’esperienza musicale all’estero magari nella tua amata Russia?  Con Maurizio è prevista una tournée a Mosca, poi probabilmente ci sposteremo verso la Siberia.

Ho saputo che di recente hai ricevuto un riconoscimento illustre ce ne vuoi parlare ?  Ho ricevuto anche un titolo accademico onorifico da parte del Prof. Costantino Mazzanobile D’ Aragona e dal Presidente, il Prof.  Siciliano Silvio, dell’ Istituto internazionale delle Scienze Sociali Del Polo Accademico Internazionale, con i Pieni Poteri Attribuiti dallo Statuto, per la promozione culturale, rassegne canore del folk della Sardegna nel mondo. Questi titoli venivano dati agli artisti di un certo spessore come Dante, Raffaello Sanzio, pittori e scultori aprivano le loro accademie di alta cultura dove premiavano i valorosi temerari studiosi ed illustri, come quella di Cicerone e Platone e conferivano questi titoli, perché a quei tempi le università non esistevano.

Grazie Veronica sei stata sintetica e sincera. Grazie infinite per l’intervista Umberto, è sempre un piacere parlare con te, saluto tutti i lettori di Rivista Donna e soprattutto la direttrice Patrizia Floris.

 

                                                                                       Umberto Buffa

Lascia un commento