You are here
Home > In Primo Piano > Alice Conventi. Da dipendete di fonderia a imprenditrice del benessere psicofisico

Alice Conventi. Da dipendete di fonderia a imprenditrice del benessere psicofisico

La sua filosofia si rispecchia nella frase “segui il flusso” ed è proprio grazie al flusso di energia positiva che l’accompagna costantemente che l’ha portata ad aprire il suo centro di “bellessere”, un’oasi di amore ed energia dove ogni persona possa ricaricarsi e splendere. L’idea di aprire un luogo dove si possa ritrovare il proprio equilibrio psicofisico, o semplicemente coccolarsi un po’, nasce a partire dal 2008, un anno molto particolare della vita di Alice Conventi nel quale, da ex dipendente di una fonderia, si è ritrovata a dover reinventare se stessa. Forte dell’amore e del sostegno della sua famiglia e di un’incredibile voglia di fare e di far uscire il potenziale che da troppo tempo teneva rinchiuso, si è avvicinata al mondo dell’estetica, focalizzandosi sulla cura e la valorizzazione delle unghie, ma è andata oltre..

Alice Conventi.

Alice, ci parli della sua creazione: Rigenesa. Di cosa si tratta?

Il nome Rigenesa nasce dalla Genesa “antica geometria Sacra”. È l’unione della bellezza interiore ed esteriore, Rigenesa significa proprio bell’essere. Quando ripercorro gli inizi di questa avventura dico sempre che una ‘forza’ esterna mi ha indirizzato alla sua creazione, io ho seguito il flusso e tutto è arrivato di conseguenza. Rigenesa è un luogo in cui le persone trovano trattamenti che le possono aiutarle a stare bene con se stessi e con gli altri e vivere meglio, con maggiore armonia.

Come è riuscita a passare dall’essere una dipendente di fonderia a imprenditrice nel benessere psicofisico?

Seguendo il flusso. Mi sono ascoltata e ho fatto ciò che sentivo di fare e mi faceva stare bene. Mi sono spogliata delle convinzioni e credenze limitanti e con tanto coraggio ho affrontato il cambiamento seguendo il mio intuito. Non mi sono accontentata: il mio motto è sempre stato “Chi si accontenta non gode”.

Lei si occupa di trattamenti di bellezza di benessere psicofisico con il Reiki. Bellezza esteriore e energia interiore sono collegate?

Assolutamente sì! Se si è in pace con se stessi si è in pace col mondo, di conseguenza tutto è in armonia.

Ci commenti questa frase di John Ruskin: “Il detto secondo il quale la bellezza è superficiale, non è altro che un detto superficiale

La bellezza a mio avviso non è superficiale, al limite soggettiva. A chi non piace il bello? È una parte di noi, un richiamo atavico che arriva dal profondo e a cui non possiamo resistere.

Cosa sono il “massaggio californiano emozionale” e il “massaggio hawaiano lomi lomi nui” e a chi li consiglia?

Il massaggio californiano emozionale viene utilizzato per risvegliare sensazioni e sensibilità oppresse e liberare stati emozionali aggrovigliati o emozioni assopite. Il massaggio hawaiano lomi lomi nui, invece, a livello estetico promuove il drenaggio e porta benefici al sistema circolatorio. A livello interiore stimola un rilassamento contro l’ansia e lo stress e genera un riequilibrio energetico ed emozionale. Consiglio questi massaggi a coloro che sentono il bisogno di ritrovarsi e ritrovare un proprio equilibrio energetico ed emozionale e a chi è stressato, poiché nel momento in cui si rilasserà lascerà andare emozioni e di conseguenza drenerà maggiormente.

Giorgio Nadali.

Lascia un commento

Top