Maschere Viso: Come scegliere quella giusta per te?

Come sapete non tutte le maschere per il viso sono uguali. Ognuna di esse ha un compito specifico.

Bisogna sapere prima di tutto quale trattamento fare in base al tipo di pelle che si ha.

Le maschere viso sono delle vere e proprie coccole di bellezza.

Se le usate regolarmente si vedranno dei risultati efficaci che vi miglioreranno la pelle.

Vi aiutiamo a scegliere la maschera giusta proponendovi le maschere principali utilizzate.

Maschere-Viso-RivistaDonna.com

Maschere Principali

In commercio come sapete ci sono tanti tipi di maschere viso. Per semplificare la scelta si possono dividere in tre categorie.

  • Idratanti
  • Purificanti
  • Esfolianti

Queste tre categorie si suddividono a loro volta in altre sottocategorie 

Come scegliere la maschera giusta?

Il primo passo è sicuramente capire che tipo di pelle si ha:

  • Normale
  • Mista
  • Grassa
  • Secca

La seconda scelta da fare per trovare la maschera giusta è l’esigenza epidermica.

Si manifesta sia per il tipo di pelle ma anche sporadicamente.

Un esempio potrebbe essere la pelle mista. Essa ha bisogno di essere purificata, ma a volte può anche sembrare disidratata.

Le cause principali per la secchezza della pelle è l’esposizione al sole, vento e freddo. In alcuni casi anche per trattamenti dermatologici.

La pelle secca al contrario deve essere nutrita costantemente, ma volte ha bisogno di essere anche esfoliata.

Le esigenze della pelle possono essere molteplici, tenendo conto anche delle esigenze fisiologiche specifiche della propria pelle.

A cosa servono le Maschere Viso?

Le maschere potenziano lo skin care quotidiano.

Rispetto a dei normali trattamenti, le maschere hanno più concentrazione di principi attivi, così fungono da veri e propri toccasana di bellezza per la pelle.

Una maschera idratante infatti, idrata molto di più della crema da giorno.

La maschera purificante, sarà sicuramente più efficace di un normale detergente o dello struccante.

Quanto applicarle?

In genere le maschere si applicano 1 o 2 volte alla settimana.

Inoltre la frequenza d’uso della maschera viene indicata sulla confezione.

Durante la stessa settimana si possono anche fare 2 maschere di tipo diverso, come una idratante e successivamente quella purificante.

Ci sono alcuni errori da non fare. Come il superamento dei tempi di posa, infatti non migliora il funzionamento della maschera.

In alcuni casi il risulta anche dannoso: un esempio sono gli acidi esfolianti.

Quando applicarla?

Non c’è un momento preciso quando applicare la maschera viso.

Potrebbe essere un buon consiglio usarle nel tardo pomeriggio quando ci si strucca, oppure la domenica mattina se non si hanno impegni imminenti, e ci si vuole rilassare.

Come devono essere usate le maschere?

Si applicano rigorosamente sulla pelle completamente pulita, ancora meglio se usate del detergente ed acqua.

Successivamente tamponate il viso con un panno morbido.

Ricordate che le maschere purificanti vanno risciacquate, applicando in seguito una crema idratante.

La maschere già idratanti invece, vanno eliminate con una velina. Se troppo ricche, vanno tolte con un tonico.

Fatevi furbe! Usate un pennello apposito per applicare le maschere sul viso, così sprecherete meno prodotto.

Usate magari una spatolina in silicone, come quella che utilizzano nei centri estetici. Solitamente si trova in profumeria o nei negozi specializzati.

Maschere-Viso-RivistaDonna.com

Tipi di Maschere

Maschere Purificanti

Sono chiamate anche maschere di pulizia, poiché servono per assorbire le impurità. Contrastano la formazione di punti neri, restringono i pori dilatati e riducono la sovra produzione di sebo.

Le maschere purificanti, infatti sono consigliate per le pelli miste o grasse.

Di solito contengono argilla, fanghi termali, liquirizia o eucalipto. Queste sono tutte sostanza astringente e sebo normalizzanti.

Un questo ultimo periodo, le maschere di pulizia possono essere utilizzate per ogni tipo di pelle, anche quelle normali o a tendenza secca. Purificano ma non asciugano troppo: sono le maschere detox.

Maschere Detox

Sono più delicate rispetto alle normali maschere purificanti, infatti eliminano la particelle di smog e inquinamento che si depositano nella superficie della pelle.

Liberano la pelle dalle tossine, rendono il colorito più luminoso e combattono la formazione delle impurità.

Queste maschere sono indicate per pelli normali e grasse, sopratutto per chi vive in città.

Esistono delle versioni più delicate che possono essere utilizzate da chi ha la pelle secca, infatti queste sono arricchite con principi attivi calmanti: estratti di amamelide, lavanda e aloe.

Maschera al Carbone o Black Mask

Alcune delle maschere purificanti hanno ingredienti come il Carbone, che assume il classico colore nero. Solitamente viene chiamata anche Black Mask. La particolarità di queste maschere è quella di catturare le impurità e i punti neri senza seccare la pelle.

Maschere Idratanti

La maschera idratante serve per mantenere il livello di acqua abbastanza alto da mantenere gli strati epidermici della superficie e della profondità della pelle.

Questo permette di conservare elasticità cutanea al viso. La crema idratante a volta non basta e la pelle ha bisogno di idratazione extra. Se la pelle tira quello è il segnale: la pelle ha bisogno di idratazione!

Maschere Lenitive

Sono simili alle maschere idratanti, ma sono arricchite con principi attivi che offrono confort alle pelli sensibili.

Ripristinano il film idro lipidico, così la pelle è più forte e protetta contro le aggressioni esterne.

Maschere Nutrienti

Sono leggermente più forti delle maschere idratanti. E’ dovuto al fatto che contengono burro ed oli specifici per la compensazione di carenza lipidica. Di solito ne soffrono le pelli secche.

Queste maschere sono un soccorso immediato per l’epidermide inaridita. Essa manifesta il malessere con prurito bruciore, arrossamenti e irritazioni.

Maschere Esfolianti

Queste maschere sono usate per il rinnovamento della superficie epidermica.

Solitamente sono ricche di acidi esfolianti a bassa concentrazione, per evitare l’irritazione della pelle.

A questa maschera associate quella idratante, o usate dosi generose di quest’ultima con quella esfoliante.

E’ altamente sconsigliato abbinare una maschera esfoliante e un’altra maschera di pulizia: l’azione della maschera esfoliante infatti purifica in profondità.

Alcune maschere esfolianti possono essere anche anti macchia, contendendo principi attivi schiarenti per la pelle.

Maschere Peel Off

Sono nella categoria delle maschere esfolianti, ma si differenziano per la caratteristica di togliersi come una pellicola: da qui il termine Peel Off.

Si lasciano agire sulla pelle fino ad asciugarsi, successivamente si trasformano in un velo che toglie le cellule morte e le impurità

Maschere-Viso-RivistaDonna.com

Maschere illuminanti

Non è una vera e propria categoria me una aggiunta alle maschere.

Esse illuminano la pelle, infatti questa funzione è inserita nelle maschere detox ed in quelle esfolianti.

Le maschere con l’ingrediente per Illuminare il viso, generalmente contengono vitamina c, che rende la pelle più luminosa.

Danno un un tocco di energia al fisco, e per questo sono chiamate anche maschere energizzanti ed anti fatica.

Maschere Anti Age

Queste maschere hanno dei principi attivi nutrienti, rigenerante e ristrutturanti. Aiutano anche a compensare le carenze che la cute subisce durante il tempo.

Hanno funzione rassodante che aiuta a mantenere la pelle elastica e compatta.

Maschere in tessuto

Sono composte da fogli realizzati da materiali che trattengono i principi attivi e li veicolano nella pelle.

Di solito sono fatte di cotone, garza o micro fibra.

Presenta o delle trame studiate appositamente per essere aderenti alla pelle.

Le maschere in tessuto solitamente sono idratanti, anti fatica, energizzanti, illuminanti ed effetto detox.

Esistono maschere specializzate per il contorno occhi, che contrastano le occhiaie, le borse e gonfiore generale.

Maschere da notte 

Sono conosciute anche con il nome Sleeping Mask o Overnight.

Si usano come creme da notte ma funzionano come delle maschere di bellezza.

Idratano la pelle in profondità, purificandola e illuminandola. Sfruttano la ricettività della pelle durante le ore di riposo.

Alcune maschere hanno specifiche caratteristiche, sopratutto per la cura del contorno occhi e labbra, e per riempire le rughe.

Maschere coreane (ma anche giapponesi e thai)

Le maschere coreane sono l’insieme di una vasta gamma di trattamenti di bellezza esportati dall’Oriente nel resto del mondo.

Sono un esempio le maschere in tessuto e le maschere da notte.

Le cure per la pelle orientali sono diventate un esempio a cui ispirarsi.

Sono già conosciute la beauty routine in 10 step, insieme ai bendaggi sul viso effettuatati tramite studi di dermatologia e medicina estetica, seguiti da trattamenti specifici.

Maschere-Viso-RivistaDonna.com

Maschere fai da te

Le maschere fai da te possono essere composte da ingredienti come yogurt, miele, limone, bicarbonato, curcuma, cetriolo e avocado.

Sono tanti gli ingredienti naturali con cui fare delle maschere casalinghe fai da te. Queste possono essere ad azione idratante, purificante o illuminante.

Una maschera fai da te da consigliare:

Prendete una ciotolina e versate un cucchiaino di curcuma, uno di miele, e spremete mezzo limone

Mischiate questi ingredienti, formando una crema, ed applicatela sul viso.

Possibilmente aiutatevi con un pennellino a stendetela, essendo un po’ liquida.

Questa maschera fai da te ha capacità illuminanti, esfolianti, elimina le macchie solari e idrata la pelle.

Per eliminare questa maschera, dopo l’utilizzo, è consigliato usare una spugnetta per facilitarne la rimozione, essendo una crema che tende a lasciare il colore giallastro della curcuma.

Se volete essere seguite passo dopo passo per la realizzazione di questa maschera, ecco l’articolo a riguardo!

Alcuni Consigli

Applicate una maschera purificante nelle zone in cui sono presenti impurità e punti neri. 

Nel resto del viso applicate una maschera idratante.

Questo procedimento è chiamato multi tasking. In questo modo si possono personalizzare i trattamenti skin care.

Lascia un commento