Gli italiani amano gli animali: ecco i vantaggi di averne uno in casa

Gli italiani sono la seconda nazione in Europa che presenta il maggior numero di animali domestici, preceduta in classifica solo dall’Ungheria e seguita da Francia e Germania

Secondo quanto emerge dai risultati di un’indagine del Censis, un italiano su due ha un animale domestico (52% del totale) e il numero totale di animali presenti nelle case degli italiani si aggira infatti sui 32 milioni. I preferiti in assoluto dalle famiglie tricolori sono gli uccelli (12,9 milioni), i gatti (7,5) e i cani (7).

Animali-RivistaDonna.com

Avere un animale domestico ci fa stare bene

Secondo un articolo pubblicato su Applied Developmental Science, chi si prende cura di un animale ha delle relazioni sociali più solide e si integra meglio nella vita della comunità alla quale appartiene.

E non è tutto: avere un animale domestico in casa è di grande aiuto anche per il nostro umore; studi scientifici dimostrano infatti che la presenza di un cane o un gatto in casa riduce sensibilmente i livelli di stress e fa da sostegno anche contro problemi come l’ansia e la depressione, oltre a incrementare le capacità empatiche e l’autostima. Si tratta dunque di conseguenze che non sono dovute solo alla compagnia degli animali in casa, ma anche al legame che si instaura con loro.

Tale effetto positivo appare evidente soprattutto negli anziani e nelle persone sole che, nel momento in cui sentono la responsabilità di prendersene cura, dimostrano di avere maggiori stimoli per restare attivi, incrementando anche le loro relazioni sociali. Anche i bambini traggono assoluto beneficio dalla presenza di un animale in casa durante il loro percorso di crescita, come dimostrano gli innumerevoli risultati positivi dell’applicazione della pet therapy.

Animali-RivistaDonna.com

Attenzione alla loro salute

Naturalmente avere un cane o un gatto non è una passeggiata e rappresenta sempre un impegno dal punto di vista personale ed economico: basti pensare che nel 2017 le famiglie italiane hanno speso 5 miliardi di euro per la cura degli animali domestici (ossia circa 371 euro all’anno).

Tale impegno diventa maggiore soprattutto nel momento in cui bisogna affrontare eventuali problemi legati al loro stato di salute; in caso di piccoli disturbi possono dimostrarsi utili delle risorse online come la farmacia veterinaria di Shop Farmacia, per esempio, ma bisogna ricordare che il punto di riferimento principale dovrà essere sempre il veterinario.

Solo un medico saprà come indirizzare al meglio il proprietario dell’animale domestico, nel caso in cui questo necessiti di visite approfondite e cure specifiche. Inoltre, è sempre necessario prestare la massima attenzione ai sintomi, evitando di diagnosticare malattie e improvvisare cure in autonomia: solo così sarà possibile intervenire tempestivamente in caso di problemi, riducendo al minimo i rischi.

Lascia un commento