Tu sei Qui
Home > I Nostri Consigli > Uffa!!!! C’è casa da pulire: sette trucchi per fare rapidi e bene

Uffa!!!! C’è casa da pulire: sette trucchi per fare rapidi e bene

Pulizie di casa veloci, ecco sette accorgimenti per fare bene e in maniera rapida. Piccoli trucchi, ricavati dall’esperienza di migliaia di donne alle prese con la necessità di tenere in ordine il domicilio della famiglia. Eccoli in rapida sintesi.

Primo: innazitutto  è importante programmare dei pasti semplici nei giorni quando bisogna fare tante pulizie.  Magari si può ordinare direttamente una pizza così piatti e fornelli non vengono sporcati. In questo modo sarà possibile evitare di stressarsi con la preparazione dei pasti nei giorni di pulizia della casa

Secondo: pulire i pavimenti sempre per ultimo, altrimenti si sporcano di nuovo quando vengono spolverate e pulite le altre superfici (questo non vale per il bagno, dove il pavimento va spazzato prima di cominciare con le pulizie di sanitari, doccia e piastrelle)

Terzo: usare elettrodomestici a vapore per la pulizia della casa. Igienizzano col solo potere dell’acqua calda quindi non inquinano e non lasciano aloni.

Quarto: insegnate ai vostri bambini a mettere via tutti i loro giochi quando avranno finito di giocare. Basta procurarsi dei grossi contenitori in plastica (se ne trovano anche nei supermercati) per rendergli il compito più facile. Così non dovranno impazzire a mettere i giochi in cassetti e cassettini diversi.

Quinto:asciugare sempre i rubinetti dei sanitari dopo l’uso con un asciugamano per evitare la formazione di calcare. Così resteranno brillanti tutta la settimana facendo sembrare il bagno molto più pulito.

Sesto: se i pavimenti si sono opacizzati potrebbe esserci un accumulo di troppa cera.In questo caso bisogna passare ogni tanto uno straccio imbevuto di acqua e alcool per togliere tutti i residui di prodotti e lucidare i pavimenti.

Settimo trucco: un bicchiere di aceto di vino bianco al posto dell’ammorbidente nella lavatrice farà un piccolo miracolo. Una volta asciugati i panni, non si sentirà alcun odore. I vestiti s’induriscono coi lavaggi per via del calcare nell’acqua che l’aceto provvederà efficacemente ad eliminare. Gli ammorbidenti, invece, aggiungono cere e altre sostanze alle fibre che, oltre a contribuire a rovinarle, possono irritare la pelle. Come per la lavastoviglie, l’aceto agisce da anti-calcare anche nella lavatrice evitando incrostazioni nel cestello e nei tubi di scarico. Come manutenzione regolare della lavatrice è bene poi fare un lavaggio a vuoto a 90° con un litro di aceto una volta ogni 6 mesi.

 


Lascia un commento

Top